Magazine Cultura

Adorabile necrologio

Creato il 01 novembre 2017 da Cannibal Kid
Condividi
Adorabile nemica Titolo originale: The Last Word Regia: Mark Pellington Cast: Amanda Seyfried, Shirley MacLaine, Thomas Sadoski, AnnJewel Lee Dixon, Philip Baker Hall, Tom Everett Scott, Joel Murray, Anne Heche Adorabile necrologio
Era sempre sembrata un'attrice mediocre e invece no, aveva qualcosa di speciale. Amanda Seyfried possedeva un gran talento, oltre a due grandi occhi fuori dalle orbite. Era una di quelle bellezze particolari, di quelle che a un primo sguardo dici: “Beh sì, due colpi glieli darei anche se boh, ha qualcosa di strano che non mi convince”, e a un secondo sguardo dici: “Ma sì dai, ho visto di meglio, però è caruccia”.
Adorabile necrologio
Amanda Seyfried è nata nel 1985, nell'epoca in cui impazzavano con i loro primi grandi successi Madonna e i Duran Duran, figlia di un farmacista e di una terapista. Al primo problema fisico, quindi, era sempre combattuta: “Meglio chiedere aiuto a mamma o a papà?” si chiedeva in continuazione la piccola adorabile Amanda. Volendo bene a entrambi, restava nell'indecisione e finiva sempre per ammalarsi, poverina.
A 11 anni comincia la sua carriera da modella e quindi poco più tardi passa alla recitazione, se recitazione si può considerare, nelle soap-opera Così gira il mondo e La valle dei pini. Quando la sua carriera sembra viaggiare sopra un binario morto, o ancora peggio in direzione fiction Mediaset, ecco che arriva il ruolo della svolta, quello dell'intellettuale Karen nel teen cult capolavoro Mean Girls, in cui rivela al mondo il suo super potere paranormale: è una senitiva.

Diventa quindi una Laura Palmer di nuova generazione interpretando Lilly Kane, la reginetta di bellezza morta ammazzata all'inizio della serie Veronica Mars. Ironia del destino, o ironia del David Lynch, finirà poi per recitare nella stagione revival di Twin Peaks, dove il suo personaggio sembra essere proprio l'erede ideale di Laura Palmer, e invece no.
Adorabile necrologio
Tornando indietro nel tempo, compare in varie altre serie televisive, fino a raggiungere la grande popolarità internazionale grazie al musical Mamma mia!. La sua carriera a questo punto sembra poter decollare definitivamente, ma i suoi lavori successivi hanno un successo minore rispetto alle aspettative e film come il sottovalutato sexy horror Jennifer's Body, il terribile Chloe – Tra seduzione e inganno, gli strappalacrime di medio livello Letters to Juliet e Dear John, l'affascinante Cappuccetto rosso sangue, il dimenticabile sci-fi In Time e il dimenticabile thrillerino Gone non sfondano.
Adorabile necrologio
Le cose vanno meglio, almeno a livello commerciale, con un altro musical, genere che le porta particolare fortuna, Les Misérables. Dopodiché ancora alti e bassi, con la terribile romcom matrimoniale Big Wedding, il ruolo della pornodiva che non le si addice in Lovelace, il comedy-western simpatico ma non troppo Un milione di modi per morire nel West, l'inutile sequel Ted 2 e la poco riuscita pellicola hipster Giovani si diventa.
Adorabile necrologio
Tutti lavori che la mantengono nel limbo delle attrici medie che recitano in pellicole medie. Questo fino agli ultimi mesi. Quelli in cui Amanda ha avuto l'occasione di dimostrare che se vuole, e se è diretta dal regista giusto, può essere un'attrice pazzesca. Letteralmente pazzesca. Il merito è del citato Lynch, che l'ha voluta nella terza stagione di Twin Peaks nella parte di Becky, la figlia di Shelly e Bobby Briggs, anche se fisicamente sembra più la figlia di Laura Palmer.
Adorabile necrologio
In attesa di vederla alle prese con un altro regista talentuoso e visionario come Paul Schrader in First Reformed, thriller che ha ricevuto un'accoglienza contrastante all'ultimo Festival di Venezia, e di ritorno nel cinema mainstream con il sequel di Mamma mia!, Amanda nel frattempo ha recitato in Adorabile nemica, una pellicola che può apparire come la sua solita commedia drammatica di livello medio, e in parte lo è, ma in parte è qualcosa in più. La storia raccontata è quella di una vecchina insensibile, una rediviva e soprattutto ancora sorprendentemente viva Shirley MacLaine, che è così una maniaca compulsiva del controllo da voler che il suo necrologio venga scritto quando è ancora in vita e a tal scopo incarica una giovane giornalista esperta appunto in necrologi e coccodrilli, come Jude Law in Closer, interpretata proprio dalla nostra amata Amanda.
Adorabile necrologio
Scatta così la classica comedy dai risvolti emotivi giocata sul confronto tra due personaggi molto distanti tra loro, che in qualche modo si compenseranno. Allo stesso tempo, c'è anche dell'altro. Merito del tocco di Mark Pellington. Se nel film si dice che i Kinks sono il gruppo più sottovalutato di tutti i tempi, ecco, Mark Pellington invece è il regista più sottovalutato se non di tutti i tempi, se non altro degli ultimi anni. Dopo aver girato alcuni video grandiosi come Jeremy dei Pearl Jam, al cinema ha diretto due gioiellini che avrebbero meritato molta più considerazione di quella ricevuta in effetti: il thriller ad alta tensione Arlington Road – L'inganno (che no, non ha niente a che fare con il film di Sofia Coppola) e il fantasy thriller dalle splendide atmosfere rarefatte The Mothman Prophecies – Voci dall'ombra.
La passione musicale che ha sempre contraddistinto il regista viene poi tutta fuori nella notevole colonna sonora di questo Adorabile nemica e la musica diventa il personaggio, l'arma in più della pellicola. Insieme a una MacLaine in spolvero e a una Seyfried nel cui personaggio è un piacere ritrovarsi, per lo meno per tutti noi giornalisti, aspiranti giornalisti, blogger, scrittori, pseudo scrittori o scribacchini vari. Nella parte finale sia il film che Amanda rialzano la testa e risollevano una pellicola e un'interpretazione medie rendendole speciali. Almeno un po', cazzo porco!

Adorabile necrologio

"Facciamoci un selfie da mettere sulla lapide, che non si sa mai."


Era sempre sembrata un'attrice mediocre e invece no, aveva qualcosa di davvero speciale. Amanda Seyfried possedeva un gran talento e lo possiede tutt'ora. Che avevate pensato? Che fosse morta? No, facendo le corna, Amanda è in splendida forma e ha tutta una vita e una carriera davanti. Dopo aver recitato in Adorabile nemica, sul cui set ha per altro conosciuto il suo attuale marito Thomas Sadoski, le è venuta la fissa di preparare il suo necrologio in anticipo e ha incaricato me dell'oneroso compito. In attesa di aggiornarlo con si spera ancora tanti successi, posso aggiungere una piccola nota personale. Erano anni che come attrice non mi convinceva molto e che la consideravo una nemica, più o meno adorabile, ma dopo averla vista in Twin Peaks e Adorabile nemica mi sto convincendo che sta diventando davvero brava. E non lo scrivo solo perché mi ha pagato per dire cose belle sul suo conto. Almeno credo. (voto 7-/10)

Adorabile necrologio

"Leggendo questo post mi son dovuta dare un pizzicotto, che credevo d'esser morta per davvero."


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :