Magazine

Agente Lemmy Caution: Missione Alphaville (1965)

Creato il 29 marzo 2020 da Vomitoergorum @Old_Glory
Agente Lemmy Caution: Missione Alphaville (1965)
Regia: Jean-Luc Godard Anno: 1965 Titolo originale: Alphaville, Une Etrange Aventure De Lemmy Caution Voto e recensione: Pagina di IMDB (7.2) Pagina di I Check Movies Acquista su Amazon Iscriviti a Prime Video
Faticoso. Molto faticoso. Entrare in questo mix di fantascienza distopica e noir non è stato per niente semplice. Colpa anche della versione presente su Prime Video che  ha solo la traccia audio italiana, intervallata da lunghe parti in francese, senza la possibilità di utilizzare i sottotitoli. A parte questo Godard, sceneggia un trama con dialoghi complicati, ripresi sia appunto da su citato genere noir che da un mondo in cui la tecnocrazia ha imposto esclusivamente ciò che è razionale e logico. Il risultato è un contrasto acceso tra i vocaboli e le azioni, ripreso anche dal bianco e nero della pellicola ed il paesaggio futuristico visibile essenzialmente attraverso gli ambienti modernisti in stile anni sessanta. Inserire un personaggio di altri tempi, all'interno di un contesto futuristico non è affatto facile, anche quando ci si affida ad una base letteraria e romanzata: la messa in visione in questo caso è risultata molto complessa e non sempre (tutt0altro anzi) il messaggio da trasmettere è immediato. Un film sperimentale se vogliamo, non per tutti, ma apprezzabile per chi ha amato lavori passati come Metropolis o futuri come Blade Runner. Labirintico, ai limiti del comprensibile. Io sto benissimo, grazie, prego.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog