Magazine Tecnologia

Agenzia delle entrate – false email con pericoloso virus

Creato il 01 novembre 2017 da An_noblog

Agenzia delle entrate - false email con pericoloso virus01 Novembre 2017 – False email provenienti apparentemente dell’agenzia dell’entrate possono contenere un pericoloso virus. Questa è la sintesi dell’allarme che sta diffondendo la polizia italiana. In collaborazione con società italiana di sicurezza informatica TS Way, la polizia postale è riuscita a venire a capo del meccanismo truffaldino.

Mediante l’invio di email che simulano una comunicazione da parte dell’agenzia delle entrate, viene inviato un allegato; un falso modello F24. Se viene aperto il virus-malware si attiva consentendo agli hacker di carpire preziose informazioni presente sul computer.

Naturalmente, l’agenzia delle entrate è totalmente estranea alla vicenda e le mail contenente il virus non provengono da questo istituto.

Agenzia delle entrate – false email con pericoloso virus

Secondo le indagini, le false email dell’agenzia delle entrate contengono una variante evolutiva del noto virus malware Zeus/Panda. Una volta attivato, i malintenzionati tecnicamente prendono il controllo della macchina vittima. Sono quindi sono in grado di carpirne i dati, come le credenziali di accesso a servizi bancari e le password di caselle di posta elettronica, anche certificata. Un’altra caratteristica dell’attacco informatico segnalato dalla polizia postale è che il virus tenta di diffondersi presso altre vittime. Attenzione quindi alle false mail dell’agenzia delle entrate, contengono un virus.

Sulla pagina facebook del Commissariato di PS Online – Italia si legge testualmente: “Le attività di analisi informatica condotte della #polizia sono state rese possibili attraverso una sofisticata tecnica di “reindirizzamento” del traffico malevolo, generato dai computer infetti e diretto verso i centri di controllo predisposti dagli autori del reato. Ciò è stato reso possibile grazie alla creazione di un’infrastruttura di rete, appositamente creata in tempi rapidissimi con la collaborazione della società italiana di sicurezza informatica TS Way”.

La TS Way ha diffuso il documento con i dettagli tecnici del virus incriminato.

Leggi anche: Proteggere lo smartphone android da app pericolose con Google Play Protect


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :