Magazine Italiani nel Mondo

Al mare in Senegal: Saly e Cap Skirring

Creato il 01 aprile 2016 da Federica

Mai sentito parlare di Saly?E di Cap Skirring?
Forse no, ma sono certa che non manchi molto prima che queste destinazioni, situate rispettivamente sulla Petite Côte e lungo quella porzione di costa senegalese a Sud del Gambia, diventino mete comuni per le vacanze al mare anche di noi italiani…o per lo meno me lo auguro! Petite Cote Senegal

La Petite Côte è quel tratto di litorale che si estende da Dakar verso Sud, fino al confine col Gambia.
Protetta dalla penisola di Capo Verde,  che la ripara dalle correnti oceaniche, essa gode di un clima piacevole e di un mare piuttosto tranquillo, adatto alla balneazione.

Saly

Saly è la stazione balneare più sviluppata della zona, distante circa 80 chilometri da Dakar.
Paraganabile alla Riccione della Petite Côte, ospita locali notturni, ristoranti, bar, casinò e moltissimi alberghi, la maggior parte dei quali si affacciano direttamente sul mare.

Saly Senegal
A partire da dicembre 2015, pacchetti per Saly vengono venduti sul mercato italiano dal tour operator Eden Viaggi che offre volo charter da MXP e soggiorno di 7 notti in All Inclusive presso il Royal Decameron Baobab Hotel, per una vacanza rilassante all’insegna del caldo sole del Senegal.
Tuttavia è possibile anche acquistare separatamente il pernottamento scegliendo tra una delle tante strutture ricettive a disposizione: io vi consiglio l’Hotel Royal Saly, con i suoi bungalow disseminati entro un curatissimo giardino e l’atmosfera tranquilla e informale.

Al mare in Senegal: Saly e Cap Skirring
Al mare in Senegal: Saly e Cap Skirring

Saly si trova in una posizione strategica, comodamente raggiungibile dalla capitale e dall’aeroporto e, allo stesso tempo, è anche vicina a importanti punti di interesse come il Lago Rosa e la Riserva di Bandia.
È dunque l’ideale per conciliare il riposo con qualche bella escursione alla scoperta di quel meraviglioso Paese che è il Senegal.
Unica pecca: l’acqua del mare, freddina e spesso torbida…non certo caraibica.

pro e contro saly
La regione di Casamance si trova invece nel Sud del Paese, tra il Gambia e la Guinea-Bissau. È un’area ricca,
casamance
ancora incontaminata, in cui la natura dà il meglio di sé.
Un’esplosione di verde tra sentieri di sabbia rossa, da percorrere magari sul cassone di un pick up, sobbalzando ad ogni buca.
La Casamance è perfetta per gli amanti dell’ecoturismo e permette numerose uscite naturalistiche, anche via mare, a bordo delle piroghe lungo il fiume omonimo fino all’Oceano.

Cap Skirring

La stazione balneare di Cap Skirring dista 70 km dall’aeroporto di Ziguinchor e si presenta come una cittadina tranquilla, dal sapore africano. Le strade di terra battuta si snodano tra le bancarelle del mercato, con le sue tinte sgargianti e gli odori forti. Ci sono le botteghe artigiane, i negozietti e i piccoli locali in cui, la sera, è bello sedersi ad ascoltare un po’ di buona musica locale, sorseggiando una birra fresca al ritmo delle percussioni.

Al mare in Senegal: Saly e Cap Skirring
Al mare in Senegal: Saly e Cap Skirring

Anche a Cap Skirring ci sono diverse strutture ricettive: alcune di alto livello, come il Lamantin Beach Hotel e l’Hotel La Paillote, mentre altre più economiche ma non per questo degne di minor nota come l’Hotel Cisko Centre, dove io stessa ho soggiornato.

Cisko Centre

Camere semplici ma spaziose, pulite, dotate di tutto il necessario; piscina, buon cibo e un’atmosfera meravigliosamente accogliente ed amichevole.
Ci si sente come a casa ..e ciò non può che essere un valore aggiunto!

E vogliamo parlare della spiaggia di Cap Skirring?! Una distesa di sabbia infinita, ampia, spaziosa e per niente affollata; si estende per chilometri e chilometri, bagnata dalle onde dell’Oceano Atlantico che si infrangono a riva molto più dolcemente di quanto pensassi.
L’acqua è pulita, non è poi così fredda ed è anzi piacevole rinfrescarsi un po’ dopo un’intensa seduta di tintarella.
Ci sono anche tanti ristorantini in cui potersi fermare per un buon pranzo a base di pesce…ah, e scordatevi – grazie al cielo!!! – i fastidiosi venditori ambulanti tipici di Paesi come il Kenya o Zanzibar: in Senegal nessuno vi stresserà, opprimendovi di richieste d’attenzione e insistenza.

Cap Skirring mare
A Cap Skirring è bello vivere l’Africa: uscire senza timore da un locale di notte e tornarsene in albergo a piedi, sotto un cielo scuro scuro, brillante di stelle…stelle che così, in totale assenza di inquinamento luminoso, io non ne avevo mai viste!
Dove sta il problema?! Arrivarci!
Per ora – e spero non ancora per molto –  i collegamenti dall’Italia non sono ancora diretti e non è dunque da tutti decidere di acquistare un volo interno, con tanto di scalo e tempi dilatati.
pro e contro cap skirring


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :