Magazine Società

Al voto al voto

Creato il 01 febbraio 2017 da Funicelli
Renzi ha pronto il crono-programma, non per le riforme ma per andare al voto. Per bocca di Orfini, se entro 10 giorni non si trova un accordo sulle modifiche alla legge elettorale, si va al voto. Al voto si prepara anche D'Alema: se Renzi toglie la fiducia a Gentiloni senza uno straccio di congresso, scissione e voto. Preparatevi (e raccogliete fondi per la campagna elettorale): “è difficile anche aprire un dibattito con questi, di solito arriva uno col camice bianco ..”. Sta parlando del suo stesso partito.. Bersani è stato sibillino: “non minaccio ma non garantisco” sulle scissioni. Come a dire che per il momento è ancora la mia casa (ma traslocare è un attimo, la battuta è di Diego Bianchi ieri sera a Gazebo). Al voto al voto anche per M5S e Lega che, diversamente da quanto scrivono molti giornali, non faranno alcuna alleanza. Salvini deve capitalizzare, come anche il M5S: la differenza è che Salvini sa di non poter vincere, di arrivare al 40%. A meno di non mettersi con Berlusconi che, però, di andare a votare non ci pensa. Ci sono le sue aziende da salvare, prima. E il paese (metteteci dentro tutto quello che volete, terremoto, lavoro, la scuola, la riforma della giustizia..)? La ricetta per vincere le elezioni, dice il segretario PD (nostalgico del palazzo e delle televisioni) Renzi, è arrivare al 40%. Come al referendum dove ha perso. Per il momento il 40% raggiunto è quello della disoccupazione giovanile, che non è proprio un vanto per il suo governo. Come nemmeno può vantarsi di quei 17miliardi di recupero dell'evasione: parte di quei miliardi non sono frutto della lotta all'evasione (i furbetti premiati con l'innalzamento del contante, la voluntary disclosure, la rottamazione di Equitalia, i minori controlli), ma derivano dalla “liquidazione automatizzata, cioè i rilievi immediati dell'Agenzia delle entrate sulle dichiarazioni dei redditi”.
Come scrive oggi Stefano Feltri, si doveva scegliere se chiedere soldi o i voti agli evasori e ha optato sulla seconda.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine