Magazine Cultura

alessia e michela orlando: HITLER E LUSTRASCARPE A NAPOLI-TANTO ALTRO ANCORA IN GRAN LIBRO

Creato il 09 gennaio 2011 da Gurufranc

alessia e michela orlando: HITLER E LUSTRASCARPE A NAPOLI-TANTO ALTRO ANCORA IN GRAN LIBRO

alessia e michela orlando: HITLER E LUSTRASCARPE A NAPOLI-TANTO ALTRO ANCORA IN GRAN LIBRO

alessia e michela orlando: HITLER E LUSTRASCARPE A NAPOLI-TANTO ALTRO ANCORA IN GRAN LIBRO

PIER ANTONIO TOMA

NAPOLI SOTTO IL CIELO

1920 – 1960

Foto

dell'Archivio fotografico Troncone

a cura di Stefano Fittipaldi


COMPAGNIA DEI TROVATORI EDIZIONI

Ancora su un libro da salvare.

Pier Antonio Toma, giornalista e saggista, ci offre Un viaggio per raccontare una famiglia che per prima in Italia ha portato a Napoli la cinematografia (1898) e, dalla metà degli anni '20, il fotogiornalismo e la fotografia industriale e civile. Il racconto si snoda nella rievocazione scritta e in un centinaio di foto d'epoca, la cui documentazione, per molta parte, è tratta da quotidiani locali. Ne è venuto fuori il "patchwork" di una città prima sedotta nel suo innato sfoggio di se stessa da esistenze patinate di principi, federali e divi dello schermo, poi devastata dai bombardamenti e dalla occupazione militare e infine avviata ad un lungo "stop and go" fra ricostruzione e malgoverno (dalla quarta di sovra-copertina, in cui emerge una foto che ritrae Eduardo De Filippo, Armando Falconi e Raffaele Viviani).

Il libro: fotografia che definiremmo di "alta sartoria napoletana"; la sua veste grafica: affascinante, di Vittorio Bongiorno; la parola: dalla Nota dell'autore alle tre parti che lo costituiscono, dalla bibliografia all'indice dei nomi…sono momenti essenziali che, come ognuno della infinità dei riflessi di un gioiello, ne fanno la pietra preziosa che è e rimarrà.

Non è facile selezionare tra l'infinità di input quello o quelli che si potrebbero ritenere essenziali per il narrare che l'Autore vuole lasciare emergere. C'è, come sempre, come in ogni opera, la trama esposta, quella che abbastanza agevolmente si dovrebbe cogliere: basta osservare le foto e leggere le analisi degli eventi ( si va da valutazioni sul dialetto alla venuta di Hitler a Napoli, nel 5 maggio 1938; dal porto al Molo Beverello, da via Caracciolo a via Partenope, da Piedigrotta al circolo Canottieri…). E c'è la trama non esposta. A svelare ciò che non appare immediatamente contribuiscono vari elementi. Conviene, forse, non segnalarli; è meglio lasciar liberi i lettori di indagare con la propria sensibilità. Può bastare, però, accettare una indicazione che l'Autore ci offre. Anzi due: sono le due citazioni, i due esergo che precedono e illuminano il percorso nell'avventura che Piero Antonio Toma offre amabilmente, con classe tutta meridionale:

Scrivere significa conferire alle date la loro fisionomia.

Walter Benjamin

Non si tratta di conservare il passato, ma di realizzare le sue speranze

Max Horkheimer e Theodor Adorn

IL SOMMARIO COMPLETO


Sommario

Nota dell'autore 7

Prima parte  

I Troncone, profeti di immagini  

1900, nasce il primo documentario 15

Il successo arriva sul Vesuvio 17

Ci vorrebbe una Casa del Cinema 18

Chi fabbrica e sfabbrica… 23

Appollaiato sul monumento 24

Il primo turno al più giovane 27

Il voto di Agerola 30

Lo spazio del confine 34

Il ministro predica bene e razzola male 35

La beffa del corpo da ballo 35

Due archivi per una città 36

Seconda parte  

Personaggi e foto più "in" 45

Lo spazio per il parto quadrigemino 46

Di stanza nella Favorita 47

Anche lo spazzino si costituisce 49

Il duce fallisce con la Serao 50

Scètate Napule 52

Tradizioni religiose  

Il Natale fa capitolo a sé 54

Dopo la bombetta la paglietta 55

Ll'aucielle di Pasquale Rocco 56

Lo struscio come passerella 67

Il santo torna di moda 68

Fra cinghiali e lepri 70

La processione in acqua 72

Mestieri, commercio, economia  

Il capitano in gonnella 73

al "Rex 74

Vogliamo farlo questo impero, o no? 74

Il vecchio cantastorie 76

Per chi ha superato i sessant'anni 77

La differenza fra il maccherone e la pasta 82

Il delirio delle melanzane alla cioccolata 88

Tremila anni a tavola 89

L'involgarimento autarchico 90

Lo Stato fumatore 92

Nasce l'Ente portuale 93

   

Costumi  

La canzone napoletana? A Venezia 95

Giocando a palle di neve 96

250 mila alberi in mostra 98

Il fango del secolo 110

Dall'Umberto a Umberto 118

Quando la burocrazia si meridionalizza 119

Basta con gli abitanti semianalfabeti 121

La città fisica  

I 14 mila volumi di Gino Doria 123

Il Vomero, città nella città 124

Nemmeno a New York si cambierebbe vita 126

Tra poesia e abiezione 127

La noterella del tenore 144

La più bella strada del mondo 145

Quelle poche fontane 148

Cultura, musica e spettacolo  

Il Gambrinus sbarrato 149

E s' 'e 'nfocato 'o sole 150

Una Siberia attraente 152

Quel ventre di Napoli 153

Quando Gemito se ne va 160

La sconfitta di Pulcinella 162

20 mila all'Oltremare 163

La diagnosi di Ortese 164

   

Cerimonie e parate  

La platea non manca mai 167

Hitler e i giovani 168

Contro la tubercolosi 169

Un bel veliero come risarcimento 170

L'inaugurazione del Circolo Canottieri 171

   

Sport  

della leggendaria "Lysistrata 173

Los Angeles portafortuna 194

Su e già con gli idrovolanti 197

Il calcio viene dal mare 198  

Il companatico dei Troncone 198  

Terza parte  

Guerra e dopoguerra  

Scarseggiano gelati e pasticcini 203

Santa Chiara brucia per due giorni 204

Tornano attori e attrici 205

Il decennio di Lauro 209

Senza immagini non si fa la storia 224

Bibliografia 246

Elenco dei nomi 248

Ringraziamenti 255



Illustrazioni: tre delle tante immagini.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :