Magazine Media e Comunicazione

Alla faccia dei gufi, questa è l’Italia di Matteo Renzi.

Creato il 09 aprile 2014 da Freeskipper @freeskipperIT
Alla faccia dei gufi, questa è l’Italia di Matteo Renzi.Alle sei e mezzo del mattino, quando la maggior parte degli italiani è alle prese con la schiuma da barba, il latte, il caffè e le cartelle dei bambini da accompagnare a scuola, qualcuno è già al lavoro per il nostro bene e quello della Nazione intera, e ce lo twitta con il suo buongiorno: “Il Def mantiene tutti gli impegni che ci eravamo presi, alla faccia dei gufi. Inizia a pagare chi non ha mai pagato. Si cambia verso". Così il premier Matteo Renzi in un tweet delle 6.29 di stamattina. E in effetti proprio 'stamattina' il mondo ha cambiato verso! Scendendo le scale - l’ascensore anche se strapagato è ancora guasto, ma l’ascensorista non ha lo smartphone e non può ricevere i twitter della rivoluzione renziana - noto qualcosa che sporge dalla cassetta postale. Apro, leggo… è la ricevuta dell’idraulico - lui lo smartphone ce l’ha - che si scusa per la dimenticanza: 150 euro per un rubinetto che perdeva, ma stavolta regolarmente fatturati! Il barista - lui lo smartphone ce l’ha - mi rilascia prima lo scontrino e poi mi serve il caffè. Il tassinaro - lui lo smartphone ce l’ha - per portarmi in stazione azzera il tassametro e a fine corsa mi rilascia la ricevuta. Il treno - Moretti Ad-Trenitalia lo smartphone ce l’ha e c'ha ancora, nonostante Renzi, uno stipendio da 850.000 euro l'anno - parte in perfetto orario arrivando puntuale, "come un treno", alla stazione di Napoli Centrale.All’Ufficio oggetti smarriti della stazione - qui lo smartphone ce l’hanno praticamente tutti - mi dicono che è stato appena ritrovato il portafoglio, dopo anni che mi avevano borseggiato. Ma quelli erano altri tempi, quelli dell’ex Cavaliere, ex Senatore e da domani anche ex uomo libero Silvio Berlusconi, tanto per intenderci. Ma oggi è un altro giorno. Oggi "si cambia verso"! Certo non ho ritrovato dentro al mio vecchio portafoglio neppure un centesimo, ma il mariuolo, che non twitta come il premier perché alle sei e mezzo del mattino è già sul posto di lavoro - lui gioca in borsa e portafogli - si è premurato di lasciarmi al posto delle banconote un biglietto con su scritto: “Vabbuò dotto' chelli renari l’ho presi ma era nu prestito, aropp' o' Jobacte glieli rendo areto”! Alla faccia dei gufi, questa è l’Italia di Matteo Renzi. Incrociamo le dita, ma soprattutto camminiamo sempre spalle al muro: dopo il "Meno tasse per tutti", adesso ci tocca un altro miracolo italiano, il "Si cambia verso. Inizia a pagare chi non ha mai pagato"! 
I "soliti noti" sono avvertiti: se prima gli si dava addosso in un verso, adesso gli si darà sempre addosso, ma nel verso opposto: con una mano gli si  offre 80 e con l'altra gli si toglie 100!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :