Magazine Sport

Alla Serre Chevalier vince Primoz Roglic

Creato il 19 luglio 2017 da Il Blog Dello Sportivo @blogdsportivo

Triplo attacco di Bardet sul Galibier, rispondono presente Froome e Rigoberto Uran, fa invece più fatica Fabio Aru che si stacca proprio negli ultimi metri del GPM. Il sardo non riesce poi a rimontare in discesa, finendo 4° nella generale a 53” da Foome. Vince Primoz Roglic davanti a Uran e Froome.

Tappa che fa gola a tanti, soprattutto a chi vuole ravvivare il suo Tour. In fuga ci sono grandi nomi come quelli di Gallopin, Voeckler, Roglic e Chaves, non c’è Pinot che dopo un’ora di corsa si ritira; non c’è neanche Barguil che è coinvolto in una caduta al km 20, caduta che vede protagonisti anche Kittel, Cummings e Nieve. Niente paura però per Barguil, in fuga c’è il suo compagno di squadra Matthews che va a sprintare sul Col d’Ornon davanti a De Gendt per tenere al sicuro la maglia a pois del francese. Matthews fa suo anche lo sprint intermedio di Allemond, prendendo altri 20 punti che riaprono definitivamente la corsa per la maglia verde. L’australiano fa così bottino pieno, non sapendo che poco dopo Kittel ammainerà bandiera bianca a causa dei postumi della caduta…

Dietro si muovono altri corridori: il primo a partire è Quintana, poi è Contador a cercare un attacco ai -128 km dal traguardo. Lo spagnolo raggiunge il colombiano, ma il corridore della Movistar non riesce a tenere il ritmo e si rialza. Contador cerca così la rimonta in solitaria, rimonta che riesce anche grazie all’aiuto di Gogl, suo compagno di squadra, entrato nella fuga iniziale insieme a Mollema e Pantano. Il gruppo Contador accumula un margine superiore ai 4 minuti, ed ecco che l’UAE Emirates Team di Meintjes e l’Orica Scott di Simon Yates cominciano a tirare il gruppo maglia gialla per non perdere posizioni in favore dello spagnolo della Trek.

Dopo il lavoro di Pantano e Mollema comincia il Galibier con Contador che attacca insieme a Roglic e Pauwels, terzetto che viene poi raggiunto da Frank e Atapuma. Diverse le accelerazioni di Pauwels, ma lo scatto decisivo è quello di Roglic che va a prendersi i 20 punti del GPM e attacca in solitaria la lunga discesa che porta fino a Serre Chevalier. Dietro si muovono i grandi, ma Roglic conserva un margine superiore al minuto, una volta raggiunto il falsopiano, vantaggio rassicurante che lo porta al successo di tappa dopo una frazione vinta al Giro d’Italia 2016.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Primoz Roglic Team LottoNL-Jumbo 5:07:41
2. Rigoberto Uran Cannondale-Drapac Pro CT +1.13
3. Chris Froome Team Sky +1.13
4. Romain Bardet AG2R La Mondiale +1.13
5. Warren Barguil Team Sunweb +1.13
6. Mikel Landa Team Sky 1.13
7. Daniel Martin Quick-Step Floors +1.43
8. Alberto Contador Trek-Segafredo +1.44
9. Louis Meintjes UAE Team Emirates +1.44
10. Fabio Aru Astana Pro Team +1.44

CLASSIFICA GENERALE:
1. Chris Froome Team Sky 73:27:26
2. Rigoberto Uran Cannondale-Drapac Pro CT +0.27
3. Romain Bardet AG2R La Mondiale +0.27
4. Fabio Aru Astana Po Team +0.53
5. Mikel Landa Team Sky +1.24
6. Daniel Martin Qauicj-Step Floors +2.37
7. Simon Yates ORICA-Scott +4.07
8. Loius Meintjes UAE Team Emirates +6.35
9. Alberto Contador Trek-Segafredo +7.45
10. Warren Barguil Team Sunweb +8.52

@Rogla has landed on the podium of @LeTour after winning stage 17! pic.twitter.com/mIK2cRVUaC

— LottoNLJumbo Cycling (@LottoJumbo_road) 19 luglio 2017


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :