Magazine Società

“Altri 1,1 milioni di euro per rimediare ai tagli statali sull’integrazione degli studenti disabili”

Creato il 25 settembre 2018 da Stivalepensante @StivalePensante

Ieri, lunedì 24 settembre, nel corso della conferenza stampa del dopo Giunta, il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e gli assessori Melania Rizzoli (Istruzione, Formazione e Lavoro) e Davide Caparini (Economia, Bilancio e Semplificazione), hanno presentato l' ulteriore stanziamento di 1,1 milioni di euro deciso da Regione Lombardia, per ripristinare il taglio applicato dal Governo al fondo per l'integrazione scolastica degli studenti disabili.

Per lo scorso anno scolastico lo Stato aveva messo a disposizione un totale di 13,6 milioni di euro, che nel corso di quello appena iniziato sono diventati 12,5 milioni. Per questo Regione Lombardia, che già garantisce 17 milioni di euro, ha deciso di incrementare lo stanziamento di più di un milione di euro per assicurare una corretta integrazione scolastica per gli studenti disabili. Beneficiari dei fondi sono i comuni che gestiscono il servizio.

" Ci stiamo impegnando con sforzi e sacrifici su tre tematiche fondamentali (disabilità, giovani e risorse ai Comuni) - ha spiegato Fontana -, intervenendo con risorse che dovrebbero essere reperite a livello statale. Tutto ciò a conferma dell'attenzione e della sensibilità che caratterizzano l'attività di questa Giunta nei confronti di situazioni delicate e importanti".

"Ci auguriamo che con la conquista di maggior autonomia potranno esserci risorse in più per migliorare la qualità della vita dei lombardi. Assicureremo tutti i fondi per garantire l'integrazione scolastica dei disabili e il loro diritto allo studio. Questa è una priorità assoluta di Regione che sta supplendo ai tagli statali del precedente Governo".

Lo scorso anno sono stati esattamente 6 352 gli studenti disabili presi in carico (5 144 per l'assistenza educativa e 1 208 per il trasporto).


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :