Magazine Cultura

Alziamo i calici con la cantina Tollo

Creato il 31 ottobre 2017 da Dfalcicchio

Alziamo i calici con la cantina Tollo

FlipMagazine giudica la cucina abruzzese come una delle più gustose in Italia e il territorio d’Abruzzo uno dei più coinvolgenti, tra mare, collina e montagna.

Negli ultimi decenni è stato fatto anche un notevole lavoro sul vino. E la fresca presenza preziosa della Maiella e del lavoro svolto nel Chietino, il vino della zona è diventato sempre più buono, con la collaborazione di piccole realtà contadine che hanno contribuito con le cooperative a creare realtà come Pecorino e Passerina e consolidare presenze naturali come il Cerasuolo, in un territorio che per tradizione è vocato alla viticoltura. Un’eccellenza nel settore, che ha creato nel trascorrere degli anni un assortimento in costante evoluzione che, valorizzando i vitigni autoctoni, ha messo a punto valide ed originali sperimentazioni che hanno portato la zona a vincere sui mercati nazionali e internazionali, come ci ricorda Tonino Verna, Presidente della Cantina Tollo.

Proprio per toccare con mano questa realtà, siamo andati a visitare la cantina Tollo e abbiamo visto modernità e tradizione ben miscelati, con oltre 700 soci, circa 3.500 ettari di terreno, con prodotti che permettono grandi performance.

Coadiuvati, oltre che dall’enologo, dal direttore marketing Andrea Di Fabio e guidati dalla naturale simpatia del direttore vendite Maurizio Primavera, abbiamo assaggiato vini di classe e corpo, con aromi e fragranze mai statiche. Prodotti che si abbinano a molte tipologie di cucine, con positiva versatilità. Bottiglie che spaziano tra rossi formidabili, un rosato di assoluto pregio e alcuni bianchi di rara beva.

Citiamone alcuni, ricordando che hanno ottenuto anche premi importanti dal Gambero Rosso: il caldo abbraccio dei rossi Mo e Cagiòlo, la seduzione totale del rosato Hedòs, la fresca e meditata compagnia dei bianchi C’Incanta e Cococciola, oltre alla vitalità di Passerina e Pecorino.

Vini che esaltano i piatti ricchi e sazianti della cucina locale, ma che sanno viaggiare con forza sulle tavole variegate d’Italia e del mondo.

Mauro Pecchenino


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :