Magazine Società

Anche il comune di Luino aderisce a #Pray4Charlie, per una battaglia che vale la vita

Creato il 19 luglio 2017 da Stivalepensante @StivalePensante

Il comune di Luino con la Commissione Locale A.D.V.M. "Il Nido dei Gigli" ha aderito all'iniziativa #Pray4Charlie che sta coinvolgendo tante persone in tutto il mondo per salvare la vita di Charlie (un bambino affetto da una rara malattia mitocondriale). In molte città si sono riunite persone le quali auspicano che la forza della preghiera possa dare qualche speranza di salvezza.

"Il piccolo Charlie è un grande guerriero - commenta l'assessore Caterina Franzetti -. Quanto amore è riuscito a trasmettere in tutto il mondo, arrivando anche a Luino e ci vuole dire che la vita nelle difficoltà quotidiane va sempre affrontata con forza e speranza e va sempre sostenuta".

Don Sergio Zambenetti ha consentito a dedicare un momento di preghiera questa sera al termine del rosario per la Madonna del Carmine previsto, alle 20.30, presso le fontanelle del Parco a Lago, dove i bimbi abitualmente si
rincorrono nei giochi d'acqua, verrà esposto un cuore #savecharlie.

E' da tempo che il caso del piccolo Charlie e dei suoi genitori è salito alle cronache della ribalta per la sua triste vicenda. Charlie è nato ad agosto apparentemente in buona salute, ma dopo pochi mesi gli viene diagnosticata una rara malattia genetica, la sindrome da deplezione del Dna mitocondriale. Si tratta di una patologia che causa un progressivo e inesorabile indebolimento muscolare, di cui si conoscono solo 16 casi al mondo (oltre quello di Charlie). Il bambino viene quindi sottoposto ad una terapia intensiva. Ma la situazione precipita e per i medici non c'è nulla da fare: qualsiasi ulteriore terapia provocherebbe al piccolo solo dolore e sofferenza. I camici bianchi dell'ospedale di Londra chiedono quindi di staccare la spina del macchinario che tiene in vita il bambino ma i genitori, Connie Yates e Chris Gard, si oppongono ed iniziano così una dura battaglia legale con i medici del Great Ormond Street Hospital, che sta continuando ancor oggi.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :