Magazine Informatica

Android come iOS: in futuro download possibili solo da Play Store?

Creato il 06 dicembre 2019 da Paolo Dolci @androidblogit
Google Play Store

Una delle maggiori critiche che alcuni utenti e alcuni enti governativi hanno mosso nei confronti di Apple è quello di avere una politica monopolista e non competitiva quando si tratta del download di app e giochi sugli iPhone e sugli iPad. Di fatto, è possibile procedere al download solo mediante App Store, a differenza di Android in cui il Play Store è solo il negozio pre-istallato ma sicuramente non l’unico. O almeno per il momento.

Potreste essere a conoscenza del Google Advanced Protection Program, servizio che consente ai clienti di optare per ulteriori protezioni e restrizioni di sicurezza per il proprio account Google, come ad esempio l’abilitazione di un sistema di autenticazione a due fattori forzato. Oltre a una maggiore sicurezza, viene fornito anche con altri vantaggi.

Secondo i dettagli rivelati in un recente teardown di 9to5Google, il Google Advanced Protection Program potrebbe espandersi per bloccare l’installazione di app dall’esterno del Play Store. Prima di iniziare a parlare di questo, dovremmo ribadire che questo cambiamento, come attualmente descritto, sarebbe parte di un programma opzionale che gli utenti possono scegliere di utilizzare per migliorare la sicurezza del proprio account. L’intero punto del Programma di protezione avanzata sono le misure di sicurezza aggiuntive che impone per migliorare la sicurezza, e questa sarebbe un’aggiunta molto logica e coerente. Tuttavia, se non piacciono nessuno obbligherà gli utenti.

––’

Secondo i dettagli del teardown, l’ultima versione del Play Store (versione 17.8.14) include una manciata di riferimenti che affermano, in modo abbastanza esplicito, “Per una maggiore sicurezza, la protezione avanzata non consentirà le app esterne a Google Play Store“, anche se un altro dettaglio implica che Advanced Protection può anche scansionare le app tramite Play Protect prima dell’installazione in sideload.

Sulla base di quella apparente incoerenza nel codice dell’app, forse anche questo blocco delle app in sideload potrebbe essere un’impostazione facoltativa oppure potrebbe trattarsi di un qualcosa rivolto rivolto alle aziende e altre organizzazioni che utilizzano il Programma di protezione avanzata che richiedono la possibilità di installare app per vie traverse. Inoltre, G Suite consente già agli amministratori di bloccare il sideload / installazione da “Origini sconosciute”.

VIA  FONTE

––– google sicurezza-antivirus2019-12-06

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog