Magazine Psicologia

Ansia e paura di morire e di impazzire

Da Psychomer

Ansia e paura : sono due sensazioni che si percepiscono quando si pensa che vi sia qualcosa che minaccia la propria incolumità.

Ansia e paura

La paura si manifesta di fronte ad una percezione di minaccia o un'interpretazione di pericolo per il nostro benessere fisico o psicologico, ma a farla scattare è l'ansia, generata da alcuni eventi della vita come traumi o problematiche gravi che instillano un processo emotivo dal quale spesso è difficile uscire.

La differenza sostanziale tra ansia e paura è che la prima è una reazione emotiva ad un pericolo percepito, non così ovvio agli occhi degli altri, mentre la seconda è una reazione emotiva ad un pericolo reale

Quando inizia a battere forte il cuore si manifesta la paura di morire, accompagnata da una forte sudorazione e da altre reazioni fisiologiche che, se non gestite bene, possono generare un attacco di panico.

L'ansia, quando è avanzata e non curata, porta a questo e la percezione che il problema che si ha davanti è insormontabile genera un circolo vizioso dal quale non si vede una via d'uscita.

La paura di morire nasconde una scarsa stima di sé, un profondo senso di incapacità e un forte pessimismo.

Di impazzire

Uno dei peggiori sintomi delle crisi d'ansia è la paura di impazzire.

Spesso, infatti, le persone che soffrono di crisi d'ansia hanno l'impressione di essere sul punto di perdere la testa.

Si tratta di una sensazione bruttissima e fastidiosa, che fa deconcentrare la persona e la porta a pensare che sta per accadere qualcosa di terribile o di irreversibile.

Il pensiero di non sentire più di avere il controllo di mente e corpo porta al senso di irrealtà e al non percepire perfettamente ciò che sta attorno.

Le palpitazioni, i brividi, il tremore sono tutti sintomi dell'ansia che fa stordire a tal punto il soggetto da fargli pensare di essere sul punto di impazzire.

Vota!


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog