Magazine Cucina

|⇨ Antipasto made in Italy

Da Piac3r
|⇨ Antipasto made in Italy

L'invitante Antipasto made in Italy è l'intrigante antipasto che utilizziamo per aprire il nostro consueto appuntamento settimanale con la rubrica le ricette delle nostre lettrici e, questa in particolare, ci viene proposto dalla nostra amica Martina che ci ha gentilmente inviato.

Prima di cederle la parola, vi ricordiamo che chiunque può inviarci le proprie ricette e partecipare alla nostra rubrica, utilizzando l'apposito modulo di contatto che trovare nella sezione "come contattarci". Senza perdere altro tempo, cediamo la parola alla nostra amica/lettrice Martina e il suo Antipasto made in Italy.

[...] il mio antipasto vuole essere una ricetta che riavvicina tutto il paese da nord a sud con un in pizzico d'orgoglio nazionale, eh si, la nostra tavola è ricca di pietanza (anche semplici) che il resto del mondi ci invidia ed imita (male), quindi perché non proporre un antipasto dall'orgoglio prettamente italiano? Detto fatto [...]

Ingredienti per 8 persone:

- 150 gr Prosciutto Crudo
- 160 gr Prosciutto Cotto
- 100 gr Salame a Pasta Grossa (salsiccione)
- 100 gr Salame a Pasta Fine (ungherese)
- 100 gr Salame di Varzi
- 100 gr Lonza di Maiale
- 100 gr Lingua Salnitrata
- 1 Peperone Rosso Sott'aceto
- Alcune Olive Nere
- Alcuni Cetriolini Sott'aceto
- Alcune Olive Verdi
- Tonno Sott'olio
- Alcune Cipolline Sott'aceto
- Alcuni Funghetti Sott'olio
- Alcuni Peperoncini Interi Sott'aceto
- Alcuni Carciofini Sott'olio
- Alcuni Filetti d'acciughe
- 1 Cespo Insalata Lattuga

Procedimento:

La preparazione dell'antipasto all'italiana, velocissima da fare, richiede solo un po' di fantasia, affinché il piatto risulti gradevole anche alla vista.
L'idea che vi suggeriamo in questa ricetta è semplicissima ma di notevole effetto.
Occorrono per due vassoi tipo rettangolare e una coppa come quelle che si usano per i cocktail di gamberi, oppure una semplice coppa da champagne.
La coppa va disposta nel mezzo di un vassoio e vi si dispongono intorno a cascata le fette di prosciutto crudo, che devono essere piuttosto larghe; queste vanno messe con un lembo dentro la coppa e con l'altro che va ad adagiarsi sul vassoio e vanno leggermente sovrapposte.
Sistemate le fette di prosciutto crudo, allineate in due file parallele le fette di prosciutto cotto, piegate in due o in tre parti e disposte in modo da coprire uno dei lati corti del vassoio.
Poi piegate a metà le fette di salsiccione e disponetele in fila su uno dei lati lunghi del piatto, coprendone solo la parte centrale (di seguito al prosciutto cotto, fino a dove termina la cascata del prosciutto crudo).
Successivamente piegate in due anche le fette di salame a pasta fine, quindi arrotolatele a cono e sistematele in due file parallele, sulla parte centrale dell'altro lato lungo del vassoio.
Infine, sistemate le fette di salame di Varzi sul bordo esterno del lato rimasto libero e, parallelamente, nella parte più interna, le fette di lonza.
Ora il vassoio è interamente ricoperto; restano le fette di lingua: arrotolatele a cilindro e infilatele nella coppa, in modo che sporgano per metà.
Nel vuoto centrale dei cilindri introdurrete qualche listarella di peperone rosso, mentre in ogni cono di salame, metterete un'oliva nera.
Guarnite infine il vassoio con qualche ventaglietto ricavato dai cetriolini: tagliate questi ultimi, nel senso della lunghezza a fettine sottili, che lascerete attaccate a una delle estremità; aprite quindi i ventaglietti, prima di deporli sul vassoio.
Per sistemare gli altri ingredienti sott'aceto e sott'olio, potete usare un'antipastiera a vaschette, oppure sfruttare la nostra idea, che prevede, come vaschette, delle belle foglie di lattuga.
Sistemate queste ultime sul vassoio e distribuitevi i diversi ingredienti: il risultato finale sarà gradevolissimo.
Lonza è un termine regionale che indica parti diverse del maiale: nell'Italia settentrionale è la lombata degli animali macellati, in Umbria è la carne del collo; in Toscana invece, al plurale, corrisponde alle guance, alle labbra e alla coda del bue, con cui si usa fare uno spezzatino.
E' anche (e noi abbiamo usato il termine con questo significato) un tipo di salume fatto insaccando in un solo pezzo la lombata disossata del maiale (nell'Italia settentrionale: coppa).


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines