Magazine Arte

Antonio Molinari

Creato il 14 marzo 2020 da Micheledanieli

Antonio Molinari

Passa da Schlosser, a Bamberga, questo bellissimo quadro (qui):

Sirani, Giovanni Andrea – Attributed to or circle of
(Bologna 1610-1670 ibid.)
The blinded Samson freed from his shackles
Oil on canvas. 119 x 92 cm

Appesantito da una attribuzione del tutto incongrua, si distingue ugualmente per la sua qualità.
Non bolognese, ovviamente: non c’è nulla di Guido Reni, del quale Sirani è seguace pedissequo e poco fantasioso.
Si tratta invece di un’opera veneziana, e più tarda, di un pittore che ancora conserva ricordo dei tenebrosi, in particolare di Loth e di Zanchi.
A mio avviso, questo pittore si chiama Antonio Molinari, che è appunto un allievo di Zanchi.
Stiamo uscendo dal Seicento, e gli incarnati si fanno più lisci, le anatomie meno tormentate.

Come confronto metto questo Ercole e Onfale di collezione privata:

Antonio Molinari

e invito a confrontare i volti di Onfale e Dalila, per fugare ogni dubbio:

Antonio Molinari

Se vogliamo scendere in particolari più minuti, quel ricciolino finto-ribelle che serpeggia sulla fronte delle fanciulle è una delle abitudini preferite di Molinari.

La stima è un po’ alta, 9mila euri, ma non so da quanto parte.
Comunque molto molto bello.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines