Magazine Tecnologia

Apple Watch fa l’elettrocardiogramma in 30 secondi

Creato il 28 marzo 2019 da Andreapuchetti
apple watch

Apple ha appena reso disponibile il nuovo watchOS 5.2. L’aggiornamento introduce l’attesa funzione ECG, finalmente disponibile anche in Italia su Apple Watch Series 4, e il supporto agli AirPods di seconda generazione.

L’app ECG su Apple Watch

Quando a settembre Apple svelò il suo nuovo smartwatch, l’attenzione si concentrò su una caratteristica del tutto nuova. Vale a dire sulla capacità del dispositivo di effettuare un elettrocardiogramma e di notificare all’utente un eventuale ritmo cardiaco irregolare. Se per gli utenti made in USA la nuova funzionalità fu subito disponibile, per noi italiani l’attesa finisce ora. Il nuovo aggiornamente consente in 19 Paesi europei, tra cui Italia, Francia, Germania e Spagna, di utilizzare l’app ECG su Apple Watch Series 4.

Apple pensa al cuore

L’app ECG consente agli utenti di eseguire un elettrocardiogramma direttamente dal polso, registrando il battito cardiaco nel momento in cui avvertono sintomi, come un battito accelerato, e aiutandoli a raccogliere dati da condividere con i medici. Insieme all’app, arriva anche la funzione di notifica in caso di frequenza cardiaca irregolare. Apple Watch ora può controllare in background il battito cardiaco e inviare un avviso all’utente nel caso in cui rilevi un battito irregolare o una patologia a rischio.

ECG in trenta secondi

Il funzionamento dell’app che fa l’elettrocardiogramma è dovuto a nuovi elettrodi integrati nel cristallo posteriore e nella Corona Digitale su Apple Watch Series 4. Questi interagiscono con l’applicazione per permettere di eseguire un elettrocardiogramma. Per farlo, gli utenti lanciano la nuova app ECG su Apple Watch Series 4 tenendo il dito indice sulla Corona Digitale. Quando l’utente tocca la Corona Digitale, il circuito misura i segnali elettrici che attraversano il cuore. Dopo 30 secondi, il ritmo cardiaco viene classificato come FA, ritmo sinusale o non conclusivo. Tutte le registrazioni e gli eventuali sintomi vengono archiviati nell’app Salute su iPhone. Gli utenti possono condividere un PDF dei risultati con i medici.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog