Magazine Politica

Belpietro ha il diritto di far satira

Creato il 21 luglio 2011 da Fabiosiena @alternativadem

NON DI DIFFAMRE

a cura di Fabio Antonio Siena

assedio ai papponi di stato

La satira deve far male, deve provocare, deve sminuire i potenti e renderli più umani, deve ridicolizzare il mondo intero e sottomettere al riso ogni retorica seriosa della politica ‘normale’. E’ qualcosa che sta fuori dalla politica, ma ne vive le gioie e i dolori, i fallimenti ed i successi e lo fa sempre con la stessa leggerezza.

La satira è uno strumento di democrazia.

Il direttore di Libero Belpietro, indagato per vilipendio al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano dalla procura di Milano, questo lo sa benissimo. Lo sa talmente bene che pensava si potesse mascherare con una satira truccata un semplice tentativo di diffamazione.

Le caricature di Fini e Bersani, tra l’altro stupende, si possono sicuramente accettare, nonostante circoscrivano  in maniera palesemente filo governativa la legittima denuncia dei privilegi della classe politica che appare nel titolo. Tuttavia la caricatura del Presidente Napolitano che mangia l’Italia, al di là del gusto e della orrenda interpretazione dei fatti dello stivale che fornisce, non è sicuramente anch’essa legittima, per il semplice fatto che, come ben sanno gli artisti di Belpietro, egli dovrebbe essere una carica a sé stante, lontana dalla bufera politica. Come la bandiera, la Costituzione e l’ordinamento democratico, il Capo dello Stato non può entrare nel dibattito pubblico in maniera così spudoratamente offensiva, benché dalla formazione di un governo a trazione leghista ciò non sia più così scontato.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines