Magazine Arte

Benito Sablone e l'archetipo dell'alto/basso ⁞

Creato il 25 ottobre 2019 da Vsgaudio @vuessegaudio

Dentro la disperata impresa

Benito Sablone e l'archetipo dell'alto/basso ⁞

Benito Sablone
Dentro la disperata impresa
IL POETA E IL GRAFOLOGO
Ragusa 1984: pagina 90
a fianco acquerello di Torres La Torre del 78


Dentro la disperata impresa,bruco nelle mie stesse trame,non spero – o spero – di ritornarenel mio cuore d’un tempoquando nell’acquaogni forza cercava la sua forma.Non spero – o sperodi rifarmi spaziodelle colline e dei cieliin un avvento sconosciuto.Non credo – o credoche basti una lentiggineo un fiatoa consumare l’ansiasu una terra divisa,su una divisa interrata.
Immagini riflessefuggono la storia delle cose certe;nel baleno   un’alba asciuga il grido.La salvezzavenga dopo di me.Il servo stanco, dorme.   Benito Sablone

Benito Sablone e l'archetipo dell'alto/basso ⁞

La grafia di Sablone è anche compresa
nello schema dell'Intensità grassa
a pagina 7 dell'Introduzione di V.S. Gaudio

Benito Sablone e l'archetipo dell'alto/basso ⁞

Sablone nello schema della Continuità
a pagina 10 dell'Introduzione alla Grafopoetica
di V.S. Gaudio

!“La componente disuguale di Occhipinti, Giunta, Doplicher, Tognelli e Sablone è come se fosse un metaplasmo che agisce a livello di contenuto: l’archetipo dell’alto/basso comporta, come schema verbale, il salire/cadere. Riferendoci a Sablone, compreso anche tra i poeti con grafia legata, non si può che restare di stucco notando come la sensibilità, connessa ai tratti disuguali, faccia venire la pelle d’oca alla struttura analitica della sua poesia”.
V.S. Gaudio, Introduzione alla Grafopoetica, in Il Poeta e il Grafologo, Ragusa 1984: pagina 13.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog