Magazine Sport

Bernard Laporte: Intervista esclusiva su World Cup France2023 (II Parte)

Creato il 27 dicembre 2017 da Sporthink
riprendiamo l'intervista di RUGBY Mag che avete letto in parte già la settimana scorsa.

Sarebbe a dire?
Attorno agli stadi e nei campi di allenamento, le squadre andranno ad incontrare il pubblico. noi abbiamo chiesto loro di andare nelle scuole rugby.
Un ragazzino di 12 anni, ha gli occhi che brillano quando un atleta che gioca alla World Cup si allena dove gioca la sua squadra.
Bernard Laporte: Intervista esclusiva su World Cup France2023 (II Parte)Sarà questo a fare della Rugby World Cup una vera festa del rugby. Per tutto il mondo!
Penso ugualmente che un piccolo ragazzo Francese di 10 anni, alzi il suo senso di appartenenza al club ed ai valori del rugby, quando partirà dal suo paese per arrivare allo Stade de France, dove sarà attore protagonista della cerimonia di apertura.
Questo giovane della Francia profonda del rugby, messo al centro del mondo, porterà tutta la ricchezza del nostro sport.
Una World Cup di rugby ha anche i diritti televisivi...
E noi proponiamo di acquistarli per offrirli ai paesi emergenti!
La base è che non c'è abbastanza rugby in TV. Diventa difficile scoprire la disciplina.
E sono tutti interessati alla proposta.
Quale eredità lascerà questa World Cup in Francia?
Lo ripeto, il 20% dei benefici saranno riversati alle realtà emergenti in termini di materiale (palloni, casci, pettorine, etc.) (...) sarà una storia bellissima per tutto il mondo amatoriale.
Altre novità?
Tutte le riforme di contenimento della spesa. Il mondo amatoriale approfitterà dei ritorni economici della Rugby World Cup. Ci saranno 80M€ do benefici, pari a 8 anni di sviluppo dei tecnico già pagati. Non male.http://www.sportdiblog.it/feeds/posts/default?alt=rss

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :