Magazine Cucina

Biscottoni al cacao di Martha Stewart: niente è indispensabile.

Da Andantecongusto @Andantecongusto
Ain't missing you at all - John Waite
Biscottoni al cacao di Martha Stewart: niente è indispensabile. Cerco di riempire le mie giornate in qualche maniera.
Stamattina è stata la volta del sottoscala, ripostiglio maledetto in cui viene stipata qualsiasi cosa non trovi posto in un appartamento di 69 mq.
Ogni volta che mi azzardo ad aprire il portellino a molla che chiude questo spazio,  mi aspetto con terrore che avvenga un'esplosione come in certe comiche in bianco e nero.
Il problema che mi ha sempre impedito, fino a questa mattina, di affrontare questa prova, è l'idea di dover stare in ginocchio per aggiustare l'interno. Una fatica immane.
Stamattina però la presenza del consorte è stata la giusta occasione per fare tutto velocemente.
Incredibile come lavorando in due con la determinazione di Terminator, il superfluo venga eliminato  velocemente e senza farsi troppi scrupoli.
Spesso per cercare di mettere in ordine i pensieri, basta semplicemente dedicarsi alla sistemazione degli spazi intorno a sé, liberandosi di oggetti che, pensandoci bene, non ci servono a nulla.
Quello che crediamo indispensabile, alla fine non lo è mai.
E questi giorni di isolamento ce lo stanno dimostrando ogni minuto di più.
Biscottoni al cacao di Martha Stewart: niente è indispensabile. Pensavo che mi sarei scatenata in cucina in questo periodo invece non è così.
Cioè, cucino certo, ma per il solo piacere di farlo ed il condividere diventa complicato se dietro ci sono le solite due o tre ore di lavoro.
Quindi di biscotti ne ho fatti, e questi sono buonissimi, ma me li sono anche mangiati in solitaria senza necessariamente raccontarvelo.
Due cose su questi biscotti: usate cacao molto amaro.
Non abbiate paura dello zucchero: conferisce sabbiosità alla struttura.
Non passate l'impasto in frigo: non serve assolutamente.
Non cuoceteli troppo: perderanno quel cuore morbido che li rende irresistibili.
Se volete esagerare, buttate nell'impasto una manciata di gocce di cioccolato.
Consumateli da soli nei primi due giorni, e inzuppati nel latte nei giorni successivi.
Fateli grandi, è la loro bontà!
Ingredienti per c.ca 25 biscotti 
180 g di farina 00
50 g di cacao amaro, possibilmente olandese, setacciato
1 cucchiaino di lievito in polvere
1/2 cucchiaino di sale
113 g di burro a temperatura ambiente
260 g di zucchero
113 g di olio di semi
1 uovo grande
1 cucchino 1/2 di estratto naturale di vaniglia
  • Preriscaldate il forno a 190°. In una ciotola, mescolate con una frusta la farina, il cacao, il lievito ed il sale.
  • Mettete il burro con lo zucchero nella ciotola della planetaria e montate con la foglia a velocità medio alta, fino a che non avrete un composto chiaro e soffice. Adesso aggiungete l'olio a fino continuando ad impastare. Incorporate l'uovo e la vaniglia fino a che non avrete un impasto cremoso. Riducete la velocità ed incorporate la farina 1 cucchiaio alla volta ed impastate giusto fino a che tutto stia insieme.
  • Raccogliete delle cucchiaiate colme di impasto e versatelo su una placca coperta di carta da forno, distanziando ogni mucchietto di almeno 3 cm. Mettete in forno nella griglia centrale e cuocete per 10/12 minuti fino a che i bordi non saranno fermi. Non devono stracuocere perché diventeranno croccanti con un cuore "chewy" raffreddandosi. Lasciate i biscotti sulla placca per 5 minuti, poi con una spatola sollevateli delicatamente e trasferiteli su una griglia a raffreddare completamente. Si conservano in una scatola ermetica per una buona settimana. 



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog