Magazine Cultura

» B.L.U.E. Il musical completamente improvvisato

Creato il 23 maggio 2019 da Marta @M_Sognatrice

» B.L.U.E. Il musical completamente improvvisato

Nella mia vita ho visto numerosi musical. Sono il genere teatrale che più amo, e ogni volta che posso, mi piace assistervi.
Ma ammetto che l’opera di cui vi parlo oggi è per me del tutto nuova, diversa da quello a cui mi sono abituata. Mi ha sorpreso e ve la consiglio!

B.L.U.E. è una forma di musical totalmente improvvisata e unica. Non avrai modo di vedere mai lo stesso spettacolo. Come? È presto detto.

È uno di quegli spettacoli dove il pubblico è particolarmente coinvolto e quest’ultimo avrà un ruolo fondamentale per ciò che andrà poi a guardare.
Infatti, gli attori prima di iniziare il loro show chiedono agli spettatori due cose: un luogo in cui ambientare il musical, e un titolo.
Vengono, quindi, stilati una serie di titoli e luoghi e poi sta ancora al pubblico sceglierne uno a suon di applausi. In pochi minuti, l’opera ha inizio.
Si spengono le luci, i musicisti restano fermi con i loro strumenti, per poi iniziare a suonare le prime note e quando le luci tornano ad accendersi ecco che inizia questa sorta di gioco, che stupisce, sorprende, emoziona e provoca non poche risate!

Sì, perché lo spettacolo è davvero tutto improvvisato. Non solo per i testi, ma anche per le musiche, i brani che andranno a cantare e le coreografie abbinate. Nel giro di pochi minuti, grazie a giochi di sguardi, complicità, e sicuramente un gran lavoro e affiatamento, viene creato un musical con una trama ben definita, o meglio. Ognuno di loro crea diverse sotto-trame che, però, alla fine vengono chiuse e convergono tutte perfettamente verso un finale che ha un senso. E non è facile, non lo è – a mio avviso – per niente! Devo ammettere che ero ancora più curiosa di vedere come sarebbero riusciti a creare le musiche, a farle “interagire” con i brani. E che dire? Sono rimasta pienamente soddisfatta e sorpresa.
Un grande applauso va, quindi, a i Bugiardini, artisti che mi hanno ammaliata e fatto ridere tantissimo.

L’improvvisazione è quindi la chiave di questa forma teatrale. Di questo musical che sarà sempre diverso. Non vedrete mai nulla di uguale. È proprio per questo che sarebbe bello vederlo in più occasioni, per comprendere ancor di più il talento di questi artisti.

Ho partecipato alla replica – prima e ultima! – del pomeriggio del 5 maggio, e alla fine, dopo diverse risate per titoli e luoghi assurdi – che ero sicura avrebbero creato molte difficoltà agli artisti (e invece no!) – è venuto fuori questo:

» B.L.U.E. Il musical completamente improvvisato

“La Maschera di Porro” ambientato alla Sagra del Porro di Cervere.

Una sagra.
Una competizione per vincere il premio per la coltivazione del miglior porro di Cervere.
Persone tenute fuori dalla gara. Altre che vanno contro le regole creando qualcosa che diventa molto pericoloso per l’incolumità degli abitanti del luogo.
L’intervento di San Porro, in una delle scene più simpatiche.
Uno spettacolo esilarante che è riuscito a divertirmi moltissimo.

Sì, son sincera. Quando ho sentito soprattutto il luogo scelto mi sono chiesta come avrebbero potuto portare in scena un musical simile, e invece mi hanno sorpresa tantissimo! Ho riso dall’inizio alla fine, mi sono divertita e vi giuro che sono rimasta a bocca aperta più volte di fronte a un simile talento.

Improvvisare non è mai facile.
Improvvisare dialoghi è già complicato, e da lì, a mio parere si nota la bravura di un attore. Ma unire insieme canto, ballo, recitazione e musica ideati sul momento, be’, richiede davvero una grande dote, e anche sicuramente una grande fiducia nell’altro, e sincronia, affiatamento.
Interessanti sono state anche le varie diapositive sullo sfondo, e la creazione – anch’essa sul momento – della “copertina” del musical. Tutto era perfettamente in linea con quanto veniva mostrato al pubblico.

Insomma, per me è stato un grandissimo sì.
Un musical esilarante e sorprendente che sono curiosa di rivedere!

Comunque se siete interessati a vedere dal vivo i Bugiardini, stanno per proporre un altro spettacolo chiamato “Shhh – an improvised silent movie” – è un vero e proprio film muto improvvisato, con musiche, storie e tematiche ispirati allo stile e alle atmosfere del Cinema Muto -.
Dove e quando?

Il 14-15-16 Giugno al Teatro “Il Cielo Sotto Milano” a Milano
il 21-22-23 Giugno al Teatro Abarico a Roma.

» B.L.U.E. Il musical completamente improvvisato

Sito: https://www.bugiardini.it

BLUE il Musical

Le immagini degli spettacoli sono state prese dalla loro pagina FB.

Annunci

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog