Magazine Europa

Bodensee, un lago per tre Paesi (e mezzo!)

Da Veronica Addazio @SvizzerAmo
Bodensee

Panoramica aerea della regione del Bodensee. Credit: Achim Mende

Qualche giorno fa abbiamo compiuto un viaggio con la mente e il cuore stando comodamente seduti in una delle splendide sale dell’Hotel Château Monfort di Milano. La nostra meta? Il Bodensee, quello che noi chiamiamo comunemente Lago di Costanza. La regione del Bodensee ha il pregio di avere un’anima internazionale. Confina con tre Paesi: la Svizzera (Ovest) la Germania (Nord) e l’Austria (Est). Appena sotto, c’è il Principato del Liechtenstein (considerato parte della regione anche se non si affaccia direttamente sul lago) ed è possibile muoversi dall’uno all’altro senza problemi, grazie a un sistema di trasporti internazionale e interregionale integrato che facilita la visita.

Il Bodensee si trova a 395 metri sul livello del mare, ha una superficie di 572 metri quadrati e 273 chilometri di coste; è un serbatoio naturale di acqua potabile e il suo principale immissario è il grande fiume Reno che segna il confine tra Svizzera e Liechtenstein e tra Svizzera e Austria, entra nel lago e ne riesce per proseguire sino a formare le maestose cascate di Laufen vicino a Sciaffusa e poi proseguire verso Basilea e il nord.

San Gallo

La città di San Gallo. Credit: st.gallen-bodensee.ch

Le meraviglie del Barocco tra Ulm e San Gallo

La regione tedesca dell’Alta Svevia festeggia i 50 anni della Strada del Barocco (info: www.barockstrasse2016.de). Il percorso parte da Ulm in Germania e collega conventi, castelli, abbazie disseminati fino a giungere a San Gallo, in Svizzera, la cui cattedrale è stata costruita tra il 1756 e il 1772, in epoca tardo barocca. Nella biblioteca sono conservati 170mila volumi e, con il complesso monastico, è parte del Patrimonio UNESCO dell’Umanità. Tesori d’arte memorabili sono custoditi entro le sue mura come la pianta del convento di San Gallo, il più antico disegno architettonico, risalente al Medioevo e il più antico esemplare di dizionario di lingua tedesca.

Pizzi e ricami, quanti tesori lungo il Textilland Tour

San Gallo è celebre per i suoi ricami ancora oggi ricercati da stilisti e celebrities, da Armani a Dior, da Nicol Kidman, Michelle Obama a Madonna. Insieme ad altre zone della Svizzera orientale lancia il Textilland Classic Tour: un itinerario di scoperta del ricchissimo patrimonio tessile elvetico che conduce i visitatori al Museo del tessile cittadino e poi, a bordo di un AutoPostale d’epoca ad Arbon, al Saurer Museum, e quindi in battello fino a Rorschach, al Forum Würth.

Le due escursioni di mezza giornata, in linea con il tema del viaggio, offrono agli ospiti la possibilità di pernottare in camere di alberghi selezionati a San Gallo arredate con tessuti particolari (info: www.st.gallen-bodensee.ch). La città, tra l’altro, è una delle tappe del Grand Tour of Switzerland, l’itinerario automobilistico messo a punto da Svizzera Turismo che si snoda lungo tutta la Confederazione (info: www.myswitzerland.com/it-it/grand-tour-of-switzerland.html).

Bregenzer Festspiele

Bregenzer Festspiele, Turandot. Credit: Anja Koehler

Bregenz, lo spettacolo è sull’acqua

Dalla Svizzera si passa in Austria a Bregenz, capoluogo del Land Vorarlberg. Nel 2016 cadono i 70 anni dei Bregenzer Festspiele, la manifestazione operistica che ogni estate allestisce grandi spettacoli sul palcoscenico galleggiante sul lago. Quest’anno si terrà dal 20 luglio al 21 agosto 2016. Per ricordare la nascita del festival, il 19 luglio la rappresentazione di “Bastien e Bastienne” animerà il porticciolo di Bregenz esattamente dove, nel 1946 questo Singspiel di Mozart diede il via all’avventura del Festival, info: www.bregenzerfestspiele.com.

Un principato da favola

Il Principato del Liechtenstein, 160 chilometri quadrati incastonati tra la Svizzera orientale e l’Austria è considerato parte della regione anche se non dà direttamente sul lago. Il Principato è più conosciuto come centro finanziario ma vale la visita, specialmente la sua piccola capitale Vaduz, con il castello del principe, come nelle fiabe e il suo romantico centro storico. Info: www.tourismus.li/en

Idee per viaggiare

L’Ente turistico del Bodensee ha sede centrale in Germania e sedi locali in Canton San Gallo e nel Land austriaco del Vorarlberg. Durante l’incontro stampa sono state snocciolate notizie, itinerari, anniversari, eventi, idee vacanza in questo angolo di azzurro nel cuore dell’Europa dove paesaggi alpini, intervallati da giardini e distese di vigneti, incontrano città storiche ricche di eventi.

Come Costanza (Germania) che celebra con spettacoli e concerti il Giubileo del famoso Concilio che si è tenuto qui 600 anni fa. Siamo al terzo dei quattro anni di celebrazioni che sono iniziate nel 2014 e termineranno nel 2018 (info: www.konstanzer-konzil.de/de/) o Lindau, che omaggia Pablo Picasso con la mostra Le Passioni di Picasso, fino al 28 agosto 2016 (info: www.kultur-lindau.de).

Costanza

La statua di Imperia all’entrata del porto della città tedesca di Costanza. Credit: Achim Mende

Come arrivare e muoversi

Muoversi nella regione del Lago di Costanza è piuttosto facile grazie agli ottimi collegamenti via terra, acqua e aria disponibili in tutta l’area. La Weiße Flotte, o flotta bianca, della Bodenseeschifffahrt collega ogni località del Bodensee, offrendo anche crociere tematiche e tour. I Paesi della regione sono collegati fra loro anche da frequenti servizi di autobus e corse in treno: con la Carta Giornaliera Euregio Bodensee si può viaggiare sui bus, i treni e su due collegamenti in traghetto per muoversi fra Germania, Austria e Svizzera. Le vette Pfänder in Austria e Säntis in Svizzera possono essere raggiunte in cabinovia.

Una Carta servizi molto utile

La Carta dei servizi del Lago di Costanza Estate (BodenseeErlebniskarte Sommer – valida fino al 16 ottobre 2016) permette di scoprire più di 160 i punti di interesse in quattro Paesi, gratuitamente o con uno sconto, a seconda del tipo di biglietto. Musei, castelli, centri termali, parchi divertimento, cabinovie di montagna e corse gratuite in battello. La Carta dei servizi Inverno (BodenseeErlebniskarte Winter) sarà disponibile a partire dal 17 ottobre 2016 e darà accesso a oltre 60 destinazioni.

Info: www.lagodicostanza.eu


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :