Magazine Africa

Brasile/ Vilma Reis (basta con l'egemonia bianca!) la sociologa intende candidarsi alla prefettura di Salvador de Bahia

Creato il 14 dicembre 2019 da Marianna06

Durante l' incontro internazionale della Black Coalition for Rights , a novembre, a San Paolo, il movimento nero ha definito una priorità la conquista della rappresentatività politica degli spazi.

L'attenzione alla ricerca della rappresentatività si verifica in uno dei momenti più attivi della recente storia del movimento nero. Negli ultimi mesi, i militanti sono stati a Brasilia, dove hanno  combattuto contro il pacchetto anti- crimine del ministro Sergio Moro e hanno combattuto l'accordo che potrebbe comportare la consegna della Base dell'Alcantara agli Stati Uniti  e l'espulsione delle quilombole dai suoi territori.

All'estero, il movimento ha denunciato il genocidio contro la popolazione nera brasiliana in ambienti finora occupati solo dal candore brasiliano, anche se di sinistra. I militanti hanno visitato le Nazioni Unite (ONU), l'Organizzazione degli Stati americani (OAS), il Parlamento europeo e persino il Congresso degli Stati Uniti.

All'avanguardia di questa articolazione c'è il sociologo Vilma Reis, che chiede cambiamenti al comando di Salvador, la capitale più nera del paese.

Pre-candidato, intende diventare la prima sindaco e donna di colore nella storia della capitale bahiana, attualmente governata da Antonio Carlos Magalhães Neto (DEM), erede dell'élite politica bianca che governa lo Stato da decenni.

Non è un'ambizione personale, ma una richiesta del movimento, spiega Vilma Reis.

(Fonte Brasil de Fato)

 a cura di Marianna Micheluzzi  (Ukundimana)


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog