Magazine Media e Comunicazione

Brunetta lancia raiwatch.it per monitorare il pluralismo della Rai

Creato il 05 settembre 2013 da Digitalsat

Brunetta lancia raiwatch.it per monitorare il pluralismo della RaiIl capogruppo del Popolo della libertà alla Camera dei deputati e membro della commissione parlamentare di Vigilanza sulla Rai, Renato Brunetta, ha presentato questa mattina, durante una conferenza stampa a Montecitorio, il sito internet www.raiwatch.it, un nuovo strumento interattivo, aperto a tutti i cittadini, per il monitoraggio e la valutazione dei programmi e dei telegiornali della Rai, in termini di pluralismo. E già operativo.

All`incontro con i giornalisti hanno partecipato anche il vicepresidente della commissione di Vigilanza Rai e deputato del Pdl, Giorgio Lainati, il capogruppo del Popolo della libertà in commissione di Vigilanza Rai e deputato Pdl, Luca D`Alessandro, ed il vicepresidente del Senato e membro della commissione di Vigilanza Rai, Maurizio Gasparri.

Il presupposto è che “i proprietari della Rai sono i cittadini”, e dunque a loro spetta valutare la qualità dei programmi del servizio pubblico. Sul sito i telespettatori potranno dunque trovare i compensi di dipendenti e di consulenti Rai; l’elenco dei fornitori; le interrogazioni presentate dai commissari della VIgilanza Rai, non solo del Pdl; i dati forniti dall’Osservatorio di Pavia. E alle critiche di chi osserva che l’iniziativa si concentra esclusivamente sulla Rai, Bruneta replica: “Partiamo da Raiwatch, ma l’obiettivo è ampliare il progetto ed arrivare a Mediawatch, comprendendo anche la carta stampata”.

Prosegue dunque la battaglia di Brunetta sulla Rai, che ha già prodotto diversi esposti nei confronti di trasmissioni (tutte di Rai3): “Su 4 esposti presentati, l’Agcom ci ha dato ragione su 3: Inmezz’ora, Che tempo che fa e Tg3. Solo su Ballarò l’Agcom non ha ritenuto di chiedere il riequilibrio, ma stiamo presentando il ricorso al Tar”, rivendica Brunetta, spiegando che è in attesa del giudizio dell’autorità su un quinto esposto, quello sui Tg Regionali: “Sono emerese cose scandalose”. In virtù delle decisioni Agcom, “non è più un’opinione la faziosità di Rai3, è un fatto. E vigileremo sull’applicazione del riequilibrio, anche se questo doverbbe portare a situazioni paradossali, come sei mesi di puntate di Inmezz’ora solo con esponenti del centrodestra”, conclude Brunetta.

Brunetta lancia raiwatch.it per monitorare il pluralismo della Rai


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :