Magazine Calcio

Calciomercato Juventus News: le ultime news in casa bianconera

Creato il 02 giugno 2010 da Juveincampo

In Spagna: «La Juve non riscatterà Caceres» © LaPresse La stampa catalana convinta: «Il club bianconero non eserciterà il diritto di riscatto e non pagherà gli 11 milioni necessari per prendere il giocatore a titolo definitivo». Spunta la pista Lichsteiner

La Juventus non riscatterà Martin Caceres. Ne sono convinti in Spagna, dove il quotidiano catalano 'Sport' scrive che il difensore uruguayano è destinato a tornare al Barcellona. Preso dal club bianconero all'inizio della scorsa stagione, Caceres tornerà alla base alla scadenza del prestito il prossimo 30 giugno.


Per 'Sport', infatti', la Juve non sembra intenzionata ad esercitare il diritto di riscatto e pagare gli 11 milioni di euro necessari per il cartellino del giocatore. E' possibile, dunque, che la Juve segua un'altra pista per il ruolo di terzino, quella che porta al giocatore della Lazio, Stephan Lichtsteiner.

Juve: Bonucci o  Ranocchia ?

Juve, oltre a Bonucci c'è anche Ranocchia
© LaPresse La trattativa entra nel vivo: oggi contatto Juve-Genoa pure per Criscito e Palladino. Nell’ambito delle comproprietà dell’esterno e dell’ala, il Genoa è più favorevole a inserire il toscano, di cui vanno verificate le condizioni fisiche. Strana sorte quella di Leonardo Bonuc­ci e Andrea Ranocchia: da gemelli a rivali. A Bari sembravano una cosa sola, a Torino ne arriverà un so­lo. Differenza essenziale. La trattativa, ad ampio raggio, tra Juve e Genoa partirà ufficialmente oggi, anche se preceduta, secon­do copione, da un prologo consumatosi attraverso contatti serrati tra gli agenti di tutti i giocatori che faranno parte del tavo­lo della trattativa e i diri­genti ( bianconeri, piuttosto che rossoblù).

Il caso Tiago:

Primo faccia a faccia per Tiago ( e Sergio Agüero). Ad ore si in­contrano Juventus e Atle­tico Madrid. Secondo le ul­time indiscrezioni saranno gli spagnoli a raggiungere Torino. Giuseppe Marotta e Fabio Paratici discute­ranno direttamente con Garcia Pitarch, ds dei ma­drileni. Sul tavolo ci sono diverse questioni.
L’Atletico Madrid vuole trattenerlo, è intenzionato a trasfor­mare il prestito in acqui­sto a titolo definitivo. I cinque mesi del portoghe­se nella Liga ( 18 presenze e 2 gol) hanno soddisfatto l’allenatore Quique San­chez Flores, che ora vor­rebbe affidargli le chiavi del centrocampo anche per la prossima stagione. Il progetto piace anche alla Juventus, ben disposta a chiudere in anticipo ( di due anni) il rapporto con l’ex mediano del Lione, mai sbocciato nel nostro campionato. L’incontro di oggi servirà a stabilire le cifre della cessione. E’ su questo punto che Juve e Atletico devono trovare un punto di incontro.
Ri­solta, o quantomeno imba­stita, la trattativa per Tia­go, Marotta e Paratici ini­zieranno a sondare il piat­to forte, il Kun Sergio Agüero. Il gioiello argen­tino, 22 anni proprio oggi, è uno dei talenti più ap­prezzati dal presidente Andrea Agnelli. Portarlo a Torino non sarà semplice, ma da quest’oggi il dg ju­ventino inizierà a lavorar­ci, proverà a capire i mar­gini di trattativa. Certi, per il momento, sono la clausola rescissoria del giocatore ( 50 milioni di eu­ro), il desiderio dell’attac­cante di provare una nuo­va esperienza. C’è un altro dettaglio da non sottovalu­tare: lo sponsor tecnico del Kun, quello col baffo, ha dato il proprio benestare allo sbarco in Italia.
Marotta co­nosce bene tutti questi dettagli. E’ consapevole di non poter spendere 50 mi­lioni cash, per questo sta studiando una strategia alternativa: memo contan­ti e più giocatori. Tiago è il primo nome, Diego il piatto forte della maxiope­razione, che ovviamente prevederebbe anche un conguaglio sui 20 milioni di euro. Oggi magari ver­ranno individuate ( e valu­tate) anche altre possibili contropartite. La corsa al Kun è appena iniziata.

Krasic.jpg
La Juve ci prova anche con Milos Krasic

Colpaccio in serbo, il direttore gene­rale per l’area tecnica Giuseppe Marotta ci pro­va, con moderato - per quanto giustificato - otti­mismo. Perché va bene l’idea di fondo di Ital- Ju­ve ( con annessa convin­zione di evitare qualsivo­glia problema d’ambien­tamento al campionato per i nuovi arrivati), tut­tavia se c’è la possibilità di mettere le mani su una delle ali destre più forti del panorama inter­nazionale... Vale a dire: se c’è la possibilità di mettere le mani su Milos Krasic... E’ giusto fare un tentativo, perlomeno.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :