Magazine Festival

Cammariere, Danilo Rea, De Rosa: gran finale a PianoForte a Pratovecchio in Casentino. Domenica 22 luglio

Creato il 21 luglio 2012 da Apietrarota

Cammariere, Danilo Rea, De Rosa: gran finale a PianoForte a Pratovecchio in Casentino. Domenica 22 luglioDomenica 22 luglio in Casentino per "PianoForte".  Ingresso: 5 euro (ridotto 3)
SERGIO CAMMARIERE E DANILO REA CON ROCCO DE ROSA: CONCERTO A SEI MANI A PRATOVECCHIO   Musica, incontri, sostenibilità, immagini, gastronomia, vino e birra invadono il Casentino
Sergio Cammariere, Danilo Rea, Rocco De Rosa. Saranno alcuni tra i migliori pianisti e compositori d'Italia a salire sul palco domani sera, domenica 22 luglio alle 22, a Pratovecchio. L'occasione è "PianoForte, musica sostenibile nell'Appennino toscano", tre giorni di musica in ogni angolo di questo borgo del Casentino organizzato da PratoVeteri e firmato da Roberto Carlone e la sua Banda Osiris. Cammariere, Rea e De Rosa si esibiranno in piazza Vecchia con alcune delle loro composizioni, ma dovranno anche accogliere la tentazione del 'Piano diabolico', il pianoforte a coda appuntita coi denti appuntiti e le squame, simbolo dell'evento: i tre artisti dovranno cimentarsi in una composizione realizzata ad hoc per questo pianoforte.
Nella stessa tentazione cadono anche Rita Marcotulli, Cesare Picco e Antonello Salis, questa sera (sabato) a Pratovecchio insieme a Alessio Bertallot.  

Si concluderà anche domani il concorso per piano baristi di qualità "Non sperate sul pianista" che ha visto come teatro i caffè del paese. Il vincitore, eletto da una giuria popolare e una artistica, si aggiudicherà un ingaggio per una serata. Nel corso della giornata spazio alla fotografia in bianco e nero, alla gastronomia, ai Pinot e alle birre artigianali realizzati per l'occasione. I più giovani si cimenteranno con la body percussion di Lorenzo Caponnetto e i più grandi impareranno a stare in scena senza dimenticare l'arte di suonare bene con la Banda Osiris. Lezioni di piano in piazza, virtuosismi e trucchi per migliorare la propria arte, con Luca Bonucci e poi storia, segreti, sogni di un pianoforte raccontati a quattro mani da un artista ed un critico: Cesare Picco e Gianluigi Carlone (Banda Osiris). Dopo il concerto di Cammariere, Rea e De Rosa, spazio poi alla notte in bianco e nero con "Round midnight", il terzo tempo della buonanotte, birra e "dj set" by Elisa.
Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito, tranne i concerti serali (biglietto 5 euro, ridotto 3 euro). Durante la manifestazione saranno raccolti fondi per tutelare gli alberi delle foreste casentinesi. In caso di maltempo, gli eventi si svolgono al teatro Antei. Informazioni e programma: www.pianofortesostenibile.it
Il programma della giornata di domenica 22 luglio: Alle 10 nella Sala del Cenacolo (monastero suore domenicane) l'ultima delle "Tre giornate di presentazione di casi, buone prassi e proposte concrete per una società sostenibile". Si parlerà di tutela responsabile del patrimonio locale e del paesaggio.
Alle 15,30 alla Sala del Podestà l'incontro "Stare in scena e suonare bene" con la Banda Osiris
Alle 16 "Campi Sonori", la bodypercussion naturale in piazza Nova con i ragazzi.
Sul borgo proseguono la mostra 'Piani diversi', i pianoforti deliranti e surreali collezionati dalla Banda Osiris, e la mostra fotografica "Piano backstage in Black&White" a cura di Cifa di Bibbiena.
Alle 17,30 in piazza Nova "Lezioni di piano" con Luca Bonucci e alle 18,30 in piazza Vecchia "Spiegare il pianoforte" con
Cesare Picco e Gianluigi Carlone.
Dalle 18,30 aprono gli stand gastronomici nel borgo con la sesta edizione dei "Sapori del Casentino", gli assaggi dei grandi Pinot bianchi e neri italiani e la birra scura e chiara realizzati appositamente per la manifestazione. Al ristorante Piano e Forte in piazza Nova i piatti della tradizione realizzati a chilometri 0.
Dalle 19,30 spazio al talento dei piano baristi di qualità con la premiazione del concorso "Non sperate sul pianista" nei caffè del paese.
Alle 20,30 "U Cuntu Cun 3P", impegno e concerti contro la mafia con le parole di Padre Pino Puglisi con Maurizio Artale e Davide Macaluso.
Dalle 21 musica per le strade dalle finestre aperte delle case del borgo, incontri casuali e viandanti con gli attori dell'associazione EsplorAzioni. Alle 22 in piazza Vecchia l'esibizione di Sergio Cammariere, Danilo Rea e Rocco De Rosa. Spazio poi alla notte in bianco e nero con "Round midnight", il terzo tempo della buonanotte, birra e "dj set very piano" con Dj Elisa.


(*) Gli artisti di domenica 22 luglio a PianoForte
Cammariere, Danilo Rea, De Rosa: gran finale a PianoForte a Pratovecchio in Casentino. Domenica 22 luglioSERGIO CAMMARIERE Musicista, compositore e interprete di rara e raffinata intensità espressiva, ha nella sua anima l'eco delle note dei grandi maestri del jazz, i ritmi latini e sudamericani, la musica classica e lo stile della grande scuola cantautoriale italiana e un'innata predisposizione per la composizione musicale. Ha composto numerose colonne sonore per film, ma recentemente anche per il teatro con Dacia Maraini e per film di animazione. Nel 1997 vince il Premio Imaie Migliore Musicista e Interprete del Premio Tenco. Nel 2002 esce il suo primo album, Dalla pace del mare lontano, con la collaborazione di Roberto Kunstler per i testi. Partecipa al Festival di Sanremo nel 2003 con Tutto quello che un uomo e nel 2008 con  L'amore non si spiega ottenendo ottimi risultati di pubblico e di critica. Riceve numerosi riconoscimento, tra cui il Premio L'isola che non c'era e il Premio Carosone, la Targa Tenco nel 2002 per la migliore opera prima e il Referendum di "Musica e Dischi" come Miglior Artista Emergente. Numerose le collaborazioni di prestigio con nomi come Arthur Maya, Jorginho Gomez, Michele Ascolese, Javier Girotto, Simone Haggiag, Sanjay Kansa Banik, Gianni Ricchizzi, Stefano Di Battista, Bebo Ferra, Roberto Gatto, Jimmy Villotti, Gal Costa. Nel 2010 firma, insieme al trombettista Fabrizio Bosso, il commento sonoro per tre comiche del grande Charlie Chaplin e compone le musiche per "Ritratto di mio padre", cominciando poi a lavorare anche per il teatro con Dacia Maraini. Scrive la colonna sonora del film "Tiberio Mitri".
Nel marzo 2012 esce il nuovo album Sergio Cammariere, dedicato all'amico regista, scenografo e artista delle luci Pepi Morgia.

Cammariere, Danilo Rea, De Rosa: gran finale a PianoForte a Pratovecchio in Casentino. Domenica 22 luglioDANILO REA Audace improvvisatore dalla spiccata sensibilità melodica, Danilo Rea è certamente uno dei pianisti che più ha segnato la scena jazz in Italia negli ultimi decenni. 
Con il contrabbassista Enzo Pietropaoli e il batterista Roberto Gatto fonda lo storico "Trio di Roma". Collabora tra gli altri con Art Farmer, Steve Grossman, Chet Baker, Peter Erskine, David Liebman,  Randy e Michael Brecker, Marc Johnson. 
Si dedica anche alla musica rock progressive di Emerson Lake & Palmer e degli Yes e ottiene il diploma in pianoforte classico presso il conservatorio di Santa Cecilia di Roma
Affianca grandi interpreti della musica italiana come Mina, Riccardo Cocciante, Claudio Baglioni, Fiorella Mannoia.
Fonda ilDoctor 3conEnzo Pietropaoli e Fabrizio Sferra, concentrando la propria estetica in una rivisitazione del repertorio jazz, rock e pop: una sintesi che colpisce pubblico e critica. Negli ultimi anni di attività raggiunge alte quote di maturità e perfezione, tanto che diventano sempre più frequenti i lunghi recital solitari al pianoforte.
Cammariere, Danilo Rea, De Rosa: gran finale a PianoForte a Pratovecchio in Casentino. Domenica 22 luglioROCCO DE ROSA La sua attività musicale si divide tra il lavoro di compositore in diversi ambiti artistici in particolare cinema (Moretti, Olmi, Reali, Miniero, Genovese, La Nubile, Astuti, …), documentari, televisione, teatro e danza.
Come pianista dirige per molti anni  il gruppo multietnico "Hata" con Daniele Sepe e Paolo Fresu. "Hata" è anche il titolo del cd pubblicato nel '98, da cui la Putumayo World Music di New York ha scelto il brano "Malonghi" per inserirlo nella compilation "One World,Many Cultures" CON artisti quali Alan Stivell, Youssou N'Dour, Cheb Mami, Ziggy Marley. La sua musica E' presente anche in altre compilation internazionali.
"Rotte Distratte" del 2002 è un omaggio alla cultura mediterranea attraverso un particolarissimo incrocio tra minimalismo, jazz e musica popolare. Con "Trammari" (2006) torna a ritmi e a melodie che attingono ad una sorta di "memoria sonora collettiva", arcaica e nello stesso tempo attuale, indissolubilmente legata al sud dell'Italia, alla sua cultura e alle sue tradizioni e collabora con Ralph Towner, Maria Pia De Vito, Daniele Sepe, Marco Siniscalco, Michele Rabbia.
--
Redazione del CorrieredelWeb.it


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :