Magazine Cucina

Cantucci Integrali con Miele di Castagno, Nocciole Tostate e Scaglie di Cioccolato

Da Lauradv @antroalchimista
Cantucci Integrali con Miele di Castagno, Nocciole Tostate e Scaglie di Cioccolato
Succede nella cucina della food blogger Sento il marito che borbotta tra sé e sé: “Ecco… poi vai in cucina a cercare qualcosa di dolce e trovi una ciotola piena di biscotti, abilmente nascosta dentro un forno... E quelli che sono?!" Risposta lapidaria di mia moglie: “Sono per il set! NON li toccare!”
"No comment!!!” Io non ho un marito, ho un procione!!!!!!!!!   Mentre scrivo questo post i cantucci si stanno raffreddando, poi li metterò nei sacchettini e diventeranno dei deliziosi regali di Natale. Rispetto ai cantucci tradizionali, ricetta qui  e qui, questa è una ricetta insolita, la presenza del miele di castagno, delle nocciole tostate e del buon cioccolato fondente regalano un tocco particolare e rustico in perfetta sintonia con i sapori caratteristici del Natale.
Forse non tutti sanno che… Cantucci L’origine dei cantuccini risale almeno al XVI secolo e il nome sembra derivare da “canto”, parte di un insieme, o da “cantellus“, in latino “pezzo o fetta di pane”, una galletta salata che già i soldati romani consumavano durante le campagne militari.
Il biscotto nella sua forma “dolce” si inserisce invece nel solco della nuova produzione e del consumo dolciario affermatosi, innanzitutto in Inghilterra e in Toscana e poi anche nel resto di Europa, a partire dal XIV secolo, come conseguenza di quello che gli storici hanno definito “boom dello zucchero”, seguito alla diffusione della coltivazione della canna da zucchero in Nord Africa ed Europa Meridionale. A partire dalla seconda metà del ‘500, i cantucci fecero così la loro comparsa alla corte dei Medici, anche se, come mostra la ricerca effettuata sulle ricette dell’epoca, non contenevano ancora mandorle, ispirandosi ai già conosciuti biscotto di Pisa e al parente “biscotto genovese”. Il ‘700 fu caratterizzato dal diffondersi dei cantucci in diverse varianti, ma solo a partire dal ‘900 i cantuccini alle mandorle iniziarono ad essere prodotti in tutta la Toscana sempre più su larga scala. Oggi questa specialità dolciaria è esportata in tutto il mondo. Il 26 gennaio 2016 i Cantuccini Toscani o Cantucci Toscani (entrambe le dizioni sono consentite) hanno ricevuto il riconoscimento comunitario di Indicazione Geografica Protetta (IGP). tratto da AssoCantuccini   Cantucci Integrali con Miele di Castagno,  Nocciole Tostate e Scaglie di Cioccolato   Ingredienti
250 g di farina integrale 80 g di zucchero di canna 60 ml miele di castagno 100 g di nocciole tostate e tagliate a metà  40 gr di scaglie di cioccolato fondente Un cucchiaino scarso di buccia di arancia grattugiata
2 uova Mezza bustina di lievito
1 bustina di vanillina
Un pizzico di sale
Latte (facoltativo)
Inoltre 1 tuorlo leggermente sbattuto per spennellare
Preparazione Preriscaldare il forno a 180°. Impastare insieme tutti gli ingredienti, tranne le nocciole e il cioccolato, sino ad ottenere un bel panetto morbido ed elastico. Aggiungere le nocciole e il cioccolato, lavorando ancora qualche minuto per farle amalgamare bene all’impasto. Se il composto dovesse risultare troppo asciutto unite un cucchiaio di latte. Modellate 3 filoncini, disporli su una teglia foderata di carta forno leggermente imburrata, spennellarli con il tuorlo d’uovo e infornarli per circa 25 minuti a 180° (sono cotti quando toccandoli si sente che i filoncini sono sodi all’interno). Estrarli dal forno, farli intiepidire (altrimenti si spaccano) e tagliarli trasversalmente allo spessore di 1 cm. Quindi ridisporli sulla teglia e farli biscottare in forno a 100° 10 minuti per lato. Prima di essere consumati devono riposare per qualche ora in luogo fresco e asciutto. Si conservano a lungo in una scatola di latta.   -----------------------------------------------   DOLCI TRADIZIONALI DEL NATALE   Una carrellata di dolci tipici del Natale 
non solo italiani ma anche stranieri

DOLCI TRADIZIONALI DEL NATALE

DOLCI TRADIZIONALI DEL NATALE


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :