Magazine Cucina

Carciofi benefici per la salute, valori nutrizionali e ricette

Da Johanson_2012

Carciofi benefici per la salute, valori nutrizionali e ricette

carciofi sono ortaggi molto apprezzati per le ricette di cucina, ma anche nei vari estratti in cui si possono trovare in erboristeria utili per la depurazione del fegato.

I carciofi (Cynaria Scolymus) sono un ortaggio di origine mediterranea appartenente alla famiglia delle composite e derivano da selezionamenti del cardo (Cardo Cardunculus). E' una pianta erbacea e perenne con un fusto che raggiunge altezze dai 50 a i 150 cm fino anche a 2 metri. Si presenta con foglie grandi di colore verde-grigio e sono utilizzate a livello fitoterapico. I frutti invece hanno colore grigio-bruno con forma ovale e allungata e possono essere con o senza spine e di piccole o grandi dimensioni.

Il carciofo viene coltivato in zone con clima mite e umido anche se in grado di resistere  a temperature più basse, vicino a 0 gradi. Il periodo più adatto alla coltivazione dei carciofi è il mese di giugno, mentre la raccolta avviene tra ottobre e maggio, per questo lo si trova per diversi mesi sia nei mercati che nei supermercati e delizia le nostre tavole per diverso tempo.

[adrotate banner="17"]

Il maggior produttore di carciofi è l'Italia con le coltivazioni nelle regioni di Liguria,Lazio,Toscana,Puglia e Sardegna. In Europa si trova poi particolarmente in Spagna e Francia.

Benefici per la salute

I carciofi sono ricchi di vitamine e sali minerali e contengono la cinarina, un principio attivo che favorisce la diuresi e la secrezione biliare aiutando a depurare il fegato. Contengono 22 calorie ogni 100 grammi.

Grazie alla sua composizione apporta diversi benefici fra cui:

Protettori del fegato: aiutano a depurare il fegato per la presenza di cinarina che però perde le sue proprietà in cottura pertanto per questo scopo andrebbero consumati crudi

Motilità intestinale: per l'alto contenuto di fibre aiutano la regolarità intestinale e a ripulire il colon da scorie e tossine

[adrotate banner="17"]

Facilitano la digestione: sempre per via della presenza di cinarina, che gli conferisce quel sapore amarognolo aiutano la digestione stimolando la secrezione biliare

Effetto positivo sul sistema cardiocircolatorio: sono un alimento che aiuta a mantenere bassi i livello di colesterolo importante per il sistema cardiocircolatorio

Antiossidanti: contengono acido clorogenico, un forte antiossidante utile nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e arteriosclerotiche.

Controindicazioni

E' sconsigliato il consumo a chi soffre di calcoli biliari in quanto potrebbero portare a un blocco del dotto biliare con coliche.

Infine è sconsigliato a chi è allergico alla sua famiglia di appartenenza le Asteraceae e alle donne che stanno allattando, in quanto il carciofo inibisce la secrezione di latte.

In Cucina

I carciofi si prestano a diversi usi in cucina e si possono utilizzare sia crudi che cotti anche per la preparazione di un buon  liquore digestivo. Da tenere presente che il ferro contenuto nei carciofi per essere assimilato andrebbe abbinato a cibi ricchi di vitamina C e come kiwi e agrumi

Vi proponiamo alcune ricette per la realizzazione di piatti gustosi a base di carciofi
Negli antipasti possiamo trovare un buon paté di carciofi da servire su del pane tostato o antipasto di cuori di carciofo, prosciutto e panna.

Come primi piatti possiamo realizzare : Riso carciofi e zenzero  o Pasta con crema di carciofi e pancetta

Fra i secondi rinomati sono i Carciofi alla Giudia Carciofi ripieni di carne, la ricetta li propone in bianco ma possono essere realizzati anche con della buona salsa di pomodoro.

Quando si acquistano i carciofi per verificare che siano freschi devono opporre resistenza e non si devono appiattire se vengono afferrati con indice e pollice e premuti. Inoltre devono essere sodi e senza macchie.

E per finire un buon amaro al carciofo fatto in casa.

Ricetta Liquore al carciofo

Ingredienti per 1 litro:

[adrotate banner="17"]

  • 30 fogli di carciofo meglio tenere
  • 10 gambi
  • 1 litro di alcool a 90° o brandy
  • 1 kg di zucchero o meno se volete mantenere il sapore amaro
  • 3 chiodi di garofano
  • 1 scorza di limone se possibile meglio bergamotto
  • 1 scorza di arancio

Preparazione

Lavate le foglie di carciofo e togliere le spine se sono presenti, sfilettare i gambi e tagliarli a dadini insieme alle foglie sempre sminuzzate. Ricordate di asciugare foglie e gambi dopo che li avete lavati prima di tagliarli

Lavare arancia e limone e poi pelare la buccia facendo attenzione a tenere solo la scorza senza la parte bianca, a questo punto mettere tutto in una bottiglia con buona chiusura ermetica, aggiungendo poi i chiodi di garofano, zucchero e alcool.

Lasciare macerare per 20 giorni in un posto al buio ma che sia a portata di mano in quanto deve essere agitato ogni giorno.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :