Magazine Media e Comunicazione

Carlo Conti parla del Festival di Sanremo 2015

Creato il 04 giugno 2014 da Ross90
Ieri sera Carlo Conti, accompagnato da Vanessa Incontrada, ha condotto su Rai Uno i Music Awards, il programma televisivo che ormai da anni ha soppiantato l'indimenticato, e indimenticabile, Festivalbar.
Carlo Conti parla del Festival di Sanremo 2015

Il conduttore toscano è stato protagonista anche di un'intervista dei nostri colleghi di TvBlog che hanno chiesto al conduttore alcune anticipazioni riguardo al Festival di Sanremo 2015.

Carlo Conti ha dichiarato:


Ci sarà un direttore musicale che mi supporterà nella scelta delle canzoni. Però la direzione artistica sarà mia. Farò tutto in prima persona. Mi assumo le responsabilità, come è giusto che sia. L’ho fatto in Miss Italia e lo faccio sempre nei miei programmi ed è giusto che lo faccia anche per il Festival. Poi se sbaglio, almeno sbaglio per colpa mia e non per altri.
Continua:
Carlo Conti parla del Festival di Sanremo 2015La doppia canzone non ci sarà. La rete mi ha chiesto di cambiare il meccanismo degli anni passati. Le prime sere ci permetteranno di sentire le canzoni e poi magari ad un certo punto inizierà la gara con un po’ più di pepe. Quindi scopriremo, se non proprio la classifica, almeno chi c’è ai primi posti e chi c’è in fondo, per capire chi rischia di essere eliminato e chi invece lo potrebbe vincere il Festival.
Riguardo al televoto:
Forse il televoto avrà un pochino di importanza in più, ma su questo stiamo ragionando in questi giorni. Ci sarà una grande importanza della sala stampa, dove spero ci siano tanti siti specializzati, oltre ai giornalisti della carta stampata ed ai rappresentati delle radio, che poi se vorranno, programmeranno i brani del Festival nelle settimane successive.
Insomma, per ora pare certo il ritorno al Festival di Sanremo con una canzone per ogni artista e maggior peso al televoto. Scelta azzecatissima.
Voi che ne pensate della conduzione di Conti? Vi incuriosisce?
Vi aspetto anche su Facebook! Daje!

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog