Magazine Attualità

Caso Marrazzo: rinviati a giudizio i carabinieri per il tentativo di ricatto nel 2009. Ma chi ha pagato per le auto blu?

Creato il 22 febbraio 2012 da Nottecriminale9 @NotteCriminale

Caso Marrazzo: rinviati a giudizio i carabinieri per il tentativo di ricatto nel 2009. Ma chi ha pagato per le auto blu?Sembra ormai lontano i 3 luglio 2009 quando l'allora Governatore del Lazio, Piero Marrazzo, sorpreso da alcuni carabinieri nell'abitazione del trans Natalie in via Gradoli veniva ricattato da Nicola Testini, Luciano Simeone e Carlo Tagliente.
Oggi, con cinque rinvii a giudizio, un proscioglimento, e due condanne con patteggiamento si è conclusa l'udienza preliminare davanti al gup Stefano Aprile in merito ad un presunto tentativo di ricatto orchestrato ai danni dell'ex presidente della Regione Piero Marrazzo da parte di alcuni carabinieri infedeli in servizio presso la compagnia di trionfale che lo sorpresero in compagnia della trans Alexander Josè Vidal Silva alias Natali.
Per il blitz nel monolocale in via Gradoli del viado, il gip ha rinviato a giudizio i carabinieri Nicola Testini, Luciano Simeone e Carlo Tagliente. Testini non dovrà invece rispondere dell'accusa di omicidio volontario pluriaggravato in relazione alla morte del pusher Gianguerino Cafasso avvenuta tra l'11 e il 12 settembre 2009 in una stanza dello hotel Romulus, qualificando invece il fatto come evento non voluto e cioè conseguente ad altro reato (la cessione della droga).
Antonio Tamburrino, invece, risponderà della sola ricettazione del video che ritraeva Marrazzo in compagnia del trans. E a giudizio è finita anche la stessa Natalie (Alexander Josè Vidal Silva) accusata di due episodi di spaccio di sostanze stupefacenti legati agli incontri con Marrazzo.
Prosciolto il pusher Massimo Salustri con la formula «perchè il fatto non sussiste», dall'accusa di violazione della legge sugli stupefacenti, mentre hanno patteggiato la pena lo spacciatore Bruno Semprebene (due mesi di reclusione in continuazione con altra condanna per un'analoga vicenda) ed Emiliano Mercuri (un anno e quattro mesi).
Il processo per i cinque rinviati a giudizio inizierò il 31 maggio prossimo davanti alla nona sezione penale del tribunale. In tribunale, il ministero della Difesa e degli Interni compariranno nella duplice veste di parte civile e di responsabile civile. Stesso discorso per l'imputata Natali che è parte civile, assieme a Marrazzo, per il blitz dei carabinieri nella sua abitazione.
Piero Marrazzo, dopo lo scandalo trans, si era dimesso dalla carica politica che ricopriva e, dopo essere “rinato” a nuova vita in un convento, ha ripreso la vita da giornalista a Raitre. Dal suo ufficio distaccato a Borgo Pio cura, da caporedattore, reportage all'estero per varie trasmissioni e le voci sull’ottima qualità del suo lavoro sono unisone.
Ma in tutto ciò, oltre a noi, chi ha pagato, in termini economici , per il "trans-utilizzo" delle auto blu? E giuridicamente?

Etichette:

Piero Marrazzo, trans Natalie, via Gradoli, rinviato a giudizio, carabinieri,Nicola Testini, Luciano Simeone, Carlo Tagliente,Alexander Josè Vidal Silva, droga, ricatto, auto blu


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Caso Italia

    Caso Italia

    Appuntamento serale con i principali fatti del giorno, Mentana apre il suo Tg evidenziando che l’Italia è stata al centro dell’attenzione europea. Leggere il seguito

    Da  Ilsegnocheresta By Loretta Dalola
    ATTUALITÀ, MEDIA E COMUNICAZIONE, POLITICA, POLITICA INTERNAZIONALE, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ, TELEVISIONE
  • Caso Toni-De Palo: lettera aperta di Amedeo Ricucci ai “politici che sanno ma no...

    Caso Toni-De Palo: lettera aperta Amedeo Ricucci “politici sanno hanno parlato”

    Dopodomani, il 2 settembre, saranno trascorsi 31 anni dalla scomparsa a Beirut dei giornalisti Graziella De Palo e Italo Toni (in un post precedente il programm... Leggere il seguito

    Da  Antonellabeccaria
    CULTURA, LIBRI, SOCIETÀ
  • Il caso Sofri (jr)

    Il pasticciaccio nasce come quello che causò qualche imbarazzo a Futuro e libertà, non più di nove mesi fa, quando ilfazioso.com scoprì che l’intestatario del... Leggere il seguito

    Da  Malvino
    SOCIETÀ
  • Esiste un "Caso Toscana"?

    Matteo Renzi scalpita per convergere su Roma: dalla Provincia al Comune, e in futuro al prossimo governo (in che ruolo? Renzi vorrebbe la leadership, ma si... Leggere il seguito

    Da  Mirella
    PARI OPPORTUNITÀ, PER LEI, SOCIETÀ
  • Il Caso Mantell

    Caso Mantell

    Nella storia dell'Ufologia internazionale, senza ogni dubbio il Caso Mantell è quello che fa diventare, per gli States, gli avvistamenti degli Ufo una... Leggere il seguito

    Da  Rexvonkostia
    SOCIETÀ, TALENTI
  • Il caso Vittorio

    caso Vittorio

    Marta e Claudia si conoscono negli scout, sono delle bambine, e sono cattoliche. Passa qualche anno e si scoprono di sinistra; partecipano a una manifestazione... Leggere il seguito

    Da  Olineg
    SOCIETÀ
  • A Mosca la protesta anti-Putin, ma scoppia il “caso-Golos”

    Mosca protesta anti-Putin, scoppia “caso-Golos”

    La grande manifestazione dell’opposizione russa contro i presunti brogli elettorali alle elezioni di domenica scorsa si è conclusa senza incidenti: si è trattat... Leggere il seguito

    Da  Alessandroronga
    POLITICA, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ