Magazine Informazione regionale

Catania: prostituzione dentro un centro benessere, prestazioni extra per massaggi “all’inclusive”

Creato il 08 febbraio 2015 da Giornalesiracusa

centri-benessere-prostituzione

News Sicilia: un nuovo sequestro di un’attività commerciale legato alla prostituzione a Catania è stato operato dalla Polizia. A finire nel mirino degli investigatori un centro benessere, in cui si sarebbero consumate prestazioni extra, facendo del centro un luogo frequentato anche da chi cercava qualcosa di più del “semplice massaggio”.

Il locale, sito in piazza Nettuno, nella zona del lungomare di Catania, è stato posto sequestro, e i titolari, una donna polacca di 31 anni e un uomo di 38 anni sono stati denunciati con l’accusa di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.

Al momento dell’irruzione, gli agenti hanno trovato alcuni clienti all’interno della struttura, i quali dopo aver inizialmente cercato di negare la loro condotta, avrebbero poi ammesso il vero motivo della loro permanenza presso il centro relax. Si ipotizza che il luogo nel giro di poco tempo sia diventato molto frequentato e conosciuto da tanti, sia professionisti molto conosciuti in città che cittadini comuni, quali operai, studenti e anche disoccupati, che dietro pagamento di una somma di circa 100 euro potevano ottenere “massaggi particolari”, che includevano anche prestazioni sessuali.

Nel centro, si è scoperto dunque che operavano ragazze giovanissime, di nazionalità italiana, le quali erano solite accogliere i clienti indossando solamente slip e reggiseno, le quali, sempre secondo le prime indagini, richiedevano una somma pari a 90 euro per “massaggi total body”.

 


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog