Magazine Cucina

Cauliflower pizza crust, ovvero: pizza vegan e senza glutine con impasto a base di cavolfiore

Da Labalenavolante

988549_1110863455594089_406441971239916033_n

Ultimamente sui social (soprattutto instagram e pinterest) vedevo spesso foto di questa #cauliflowerpizzacrust, ovvero una pizza con l’impasto a base di cavolfiore. Interamente vegan e senza glutine.

Mi sapeva di un’americanata, non so perchè, così ci ho messo mesi di tentennamenti prima di decidermi a provarla… nel senso, la pizza è pizza, pensare a un impasto con dentro il cavolfiore mi faceva lo stesso effetto del gelato al gusto di cioccolato al caramello con doppie scaglie di biscotto alle noci (eh!?). E invece, come spesso accade, mi sono dovuta ricredere.

Ora, cari aficionados, ultimamente e fino a settembre purtroppo ho davvero poco tempo per stare ai fornelli, fotografare ecc., però questa mi sono detta, merita di essere condivisa!

Scusatemi quindi per le foto non molto curate, come vedete dal backstage ho improvvisato un mini set salendo su una sedia, al volo prima di correre a lavoro. Tra l’altro solo ora sto facendo caso all’abbinamento righe e fantasie floreali, aiuto qualcuno mi impedisca di uscire così la prossima volta!

(scusate la posa poco regale, per fortuna c’è il gatto Furby che solleva un po’ la situazione!)

posa_plastica

L’impasto si lavora facilmente, non si sbriciola, non ha bisogno di riposo, viene al primo colpo.

La ricetta non è una mia invenzione, ma si trova praticamente su un miliardo di siti, in alcuni casi con le uova (ma perchè poi?!) e in altri in versione vegan, con semi di lino o chia. Io ho seguito quella di simpleveganblog, con qualche modifica nella quantità di farina usata (io ho usato mezza tazza di farina di ceci anzichè una/due)

IMG_4668

Per una pizza come quella in foto, rotonda, del diametro di circa 23 cm, ho usato:

PER LA BASE:

-mezzo cavolfiore;

-1 tazza di farina di riso bio;

-mezza tazza di farina di ceci;

-3 cucchiai di semi di chia (o lino) frullati con 5 cucchiai d’acqua;

-sale integrale bio;

PER LA FARCITURA:

Io ho usato avanzi che avevo in casa, un po’ di capperi, delle olive nere, qualche cipolla grigliata e una scatola di pomodoro a pezzettoni, con il basilico e l’origano del nostro orticello. Avrei osato di più, se solo avessi avuto una dispensa più fornita (e il bello è che ho appena scritto un post a proposito buahahhaha).

Veniamo al procedimento: ho frullato con un mixer il cavolfiore ben lavato, fino a ridurlo in poltiglia. Ho aggiunto le farine, il sale e i semi di chia precedentemente ammollati in acqua (bastano 15 minuti perchè si formi una specie di gelatina). Ho lavorato l’impasto formando una palla ( se dovesse risultarvi troppo liquida aggiungete un po’ di farina di ceci o riso e continuate a lavorarla ), l’ho stesa sulla cartra forno e formato un disco, che ho infornato per circa 15/20” a 200°.

pizza_cauliflower

Qui un ingrandimento dell’impasto prima di infornarlo:

dettaglio_pizza_cavolfiore

Dettaglio impasto dopo averlo infornato 20′

dettaglio_pizza_cotta
L’impasto, diventato dorato, ha un profumo buonissimo! Ho aggiunto gli ingredienti della farcitura e rimesso in forno per altri 15 minuti.

Questo impasto senza glutine l’ho trovato molto facile da fare e davvero sfizioso! Talmente buono che mi piace anche così, semplice senza condimento, come se fosse una farinata con un leggero retrogusto di cavolfiore

:-)

Fatemi sapere se la provate!


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :