Magazine Diario personale

che ci posso fare se a me piace il Natale?

Da Patalice
che ci posso fare se a me piace il Natale?...mi sono resa conto di aver scritto poco del Natale, che è la mia festa preferita...
E' un periodo nel quale solitamente mi sento elettrizzata felicissima, entusiasta anche nel solo svegliarmi la mattina, perché avere la casa decorata mi fa stare bene, sapere che Sky ha un canale dedicato è cosa buona e giusta, trovarmi in centro e sentirmi sommersa di cose belle mi da emozioni tangibili.
...però quest'anno è un anno particolare.
Un anno nel quale il Natale è stato un po' assorbito da altre cose...
E va beh.
E' andata così, e così la chiudiamo.
Oggi è arrivato, e va bene così.
Questo è un post smaccatamente soggettivo, di quelli che meritano l'appellativo di patalicioso, perché è proprio lo stile mio-mio... ed oggi mi va di scriverlo, perché oggi sento il Natale, e siccome sono dannatamente in ritardo, il Natale durerà appena ancora qualche ora, devo mettere il turbo!
...ed anche se potrebbe essere così smaccatamente soggettivo, da interessare come la vita dei conigli nani in età pre-scolare, me ne frego alla stra grandissima!
Natale è bello, condividere è bene, siamo tutti più buoni; ergo non scassate le rotule ed entrate in pieno mood Christmastime!
...che se anche voi siete abbastanza Grinch, quest'anno o normalmente, sappiate che durerà ancora talmente poco, che una fetta di pandoro, una tazza di cioccolata calda, e tutto se ne va!
Ergo, io vi rendo gioiosamente partecipi del mio amore per il Natale, e vi dico perché il Natale mi piace così tanto... e poi vedrete che sonni più sereni vi godrete stanotte, nonostante i fasti dei pasti odierni!
che ci posso fare se a me piace il Natale?1. LOVE ACTUALLY
Il film natalizio senza se e senza ma.
Quello per antonomasia, perché ha tutto quello che un film di Natale deve obbligatoriamente avere: l'amore con la A maiuscola, quello talmente poco verosimile che giusto sul set può succedere; la colonna sonora che fa cantare ed è martellante e a tratti ridicola; la lacrimuccia che vuoi non mettercela la lacrimuccia nel filmone natalizio?
2. IL PANDORO
Oh, ragazzi, per me l'eterna lotta l'ha vinta lui.
A mani basse, senza canditi, senza ammennicoli da scegliere tra pistacchio e cioccolato e marron glacé. No, non sono una razzista del dolce natalizio, a me alla fine piacciono tutti... mi piace anche il panettone, che mangio in toto, classico o con gli ammennicoli di qui sopra, ma è inequivocabilmente riconosciuto che il team pandoro abbia la vittoria in tasca!
3. LO SHOPPING
Mi rivolgo direttamente alle fanciulle, ma come si fa a non amare il Natale?
Cioè, ma vi rendete conto che in questo periodo, e solo in questo periodo non siete solo incentivate a spendere, ma è proprio obbligatorio farlo! E parlo di quello shopping pazzo e incondizionato, a tratti compulsivo, che solo ed esclusivamente a dicembre e dintorni, conosce tutta la sua ragion d'essere!
Su da brave, potete acquistare un obbrobrioso portacandele a forma di pupazzo di neve, e non doverlo giustificare... e quando vi ricapita?
4. LE PUBBLICITA'
Da che mondo è mondo, per me quando accendo la tivù, e so che a Natale puoi, per me la vita è bella. Punto.
Bauli, Coca Cola, Ikea, regalatori di momenti straordinari che, se durante l'anno mentre guardo un programma o quell'altro, scassano le balle immensamente, in questo periodo sono la proverbiale manna dal cielo. Impazzisco per i bambini che mi dicono che a Natale si può amare di più; per il Babbone Natalone che con tutta la Coca bevuta fa giocattoli su giocattoli; e per le famiglie moderne degli svedesi che passano 25 dicembre di compensato strepitoso
che ci posso fare se a me piace il Natale?5. LE CENE
Chissà perché cavolo a Natale si sente la necessità di ritrovarsi, anche tra persone che si vedono di continuo, ma anche tra gente che giusto sui social sa di essere ancora viva... per farsi gli auguri di fronte ad un aperitivo, all'ennesima fetta di panettone, ad una cena infinita... è una scocciatura, una rottura di balle che sa di spada di Damocle... ma mi chiedo perché la si debba sempre e comunque vivere così, invece di non vederne i lati positivi...Potersi apparecchiare, in un normalissimo mercoledì sera: vedere le tue amiche del liceo dopo mesi di latitanza; mangiare sushi senza la scusa del weekend; bere troppo anche se il giorno dopo bisogna essere presto in ufficio.. essere e fare fuori dalla norma... bello bello belle!
6. MICHAEL BUBLE'
Liberato dall'ibernazione giusto giusto per l'arrivo del Jingle Bells, fini ed affini, quest'anno debbo dire che ho ascoltato un po' di più Sergio, vincitore di Amici dell'anno passato, che ha una voce versatilissima, e perfettissima per le canzoni natalizie... come Bublè, che è bravo, ma tanto bravo... e forse l'averlo sentito in radio meno delle 18 volte giornaliere, privata dei mitici successi di renne e strenne musicali, non ha aiutato lo spirito natalizio... Che è così bello distinguersi al semaforo con "Oh Happy Day", che ti esce prepotente dall'autoradio...
7. INSTAGRAM 
Io, il 24 novembre, inizio a pubblicare giorno per giorno, un'idea di regalo quotidiana, per aiutare la comunità intorno a me, a farmi il dono esatto. Mi sento molto molto generosa in questa pratica, anche
che ci posso fare se a me piace il Natale?perché sono parecchio facile nei gusti, ma altresì difficilissima nella reazione di un regalo sbagliato che mi si pari innanzi! ...visto il risultato, è una pratica che continuerò con gioioso trasporto!
8. MERCATINI 
Tappa obbligatoria del mio periodo natalizio, chi si permette di mettermi i bastoini tra le ruote e di farmi saltare almeno uno o due passaggi, viene depennato dalla lista di Babba Patalice!
Io amo quello di Bolzano, però sono stata anche a quello di Merano, e ne ho visti due particolarmente bellini della provincia bresciana!Infatti, se una volta erano alquanto esclusivi, e relegati nelle belle e sfarzose città montanare, adesso ne fanno un numero impressionante in ogni dove... e spero durino fino all'Epifania, perché vorrei approfittare delle ferie di Jn per farmi accompagnare a vederne, almeno uno in più!
9. SERATE IN SOLITUDINE
Le candele profumate accese, quelle della Yankee Candle che hanno gli odori tipici delle feste... le tazzone fumanti di camomilla e cioccolata calda che scaldano stomaci vogliosi di qualcosa di buono... l'albero di natale pieno di luci ad intermittenza che ancora riescono a lasciarmi con la bocca aperta e gli occhioni a calamita... il numero di cartoni animati Disney, e filmacci tutti buoni sentimenti ed assenza di tensioni, che danno a qualsiasi ora...
...ovviamente ci sarebbe altro, ma siccome sto scrivendo questo post proprio ora ora, ed ho un sonno folle, non mi rimane che augurarvi splendide ultime ore di Natale, sperando abbiate trascorso una giornata serena, fatta di gioia, e di cose buone... che abbiano il profumo della cannella, la consistenza della neve, ed il sapore dei biscotti glassati...
Buone feste a tutti bei dirimpettai che non siete altro!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :