Magazine Psicologia

Che cos'è la psicologia della moda?

Da Dottmurray

Che cos'è la psicologia della moda?
La psicologia porta con sé un pesante pregiudizio che la colloca tra le discipline legate esclusivamente ai disturbi psicologici. Quindi quando si parla di “psicologo” si da per scontato che si occupi di psicopatologia e di curare chi sta male.
In realtà chi si occupa di disturbi e disagi psicologici è lo psicologo clinico o lo psicoterapeuta.
Gli ambiti della psicologia
La psicologia è invece una scienza molto più ampia e che interviene con il suo apporto in svariati settori: il lavoro, la scuola, la giurisprudenza, la prevenzione, lo sport, il traffico, l’ambiente e l’architettura, il marketing, il turismo e anche la moda.
La moda è una rappresentazione visiva e materica, di un periodo storico, di una cultura, di un’ideologia, di un vissuto personale e individuale. In una parola la moda è la comunicazione dell’essere umano che, decorando la sua immagine, racconta tanti aspetti di sé su più livelli.
La psicologia della moda
Ed è qui che interviene la psicologia: i livelli possono essere sociali o personali, possono raccontare di dinamiche all’interno di una società e di una cultura, come all’interno di un gruppo familiare o semplicemente le dinamiche emotive di un singolo con i suoi sentimenti, i suoi conflitti, i suoi desideri e le sue paure.
Un abito racconta il ruolo di un individuo, ma può comunicare anche le sue intenzioni, per esempio nell’ambito della sua professione.
La psicologia della moda per anni ha fatto ricerca in diversi settori per dimostrare che “il vestito conta” e che tutti noi siamo condizionati dalla comunicazione non verbale dell’immagine di una persona.
La novità è che la psicologia della moda può uscire dai centri di ricerca ed essere applicata con successo con gli individui, i gruppi, sia in contesti più intimi e privati, sia nell’ambito lavorativo o aziendale.
Non solo: la psicologia può entrare anche nel processo di progettazione, realizzazione, promozione e vendita del prodotto moda, soprattutto oggi che c’è un’attenzione speciale al valore di un capo d’abbigliamento e all’importanza di poter creare una moda etica ed ecosostenibile, trasformando l’esperienza d’acquisto del cliente in un’esperienza positiva ed emotiva.
Riassumendo la psicologia della moda si occupa di:
• ricerca in ambito sociale sul valore dell’abbigliamento nella percezione di sé e degli altri
• interventi individuali o gruppali per migliorare il proprio rapporto con la propria immagine e la creatività
• interventi rivolti ai professionisti ed alle aziende per aiutarli a comunicare chi sono in modo autentico ed efficace
• consulenza nel processo del prodotto moda dalla progettazione fino alla vendita finale, attraverso progetti specifici di tutoraggio o formazione aziendale

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog