Magazine Informazione regionale

Chi sfida Mondo Padano? C’è un monopolio!!! Ma che ci racconta il giornale La Provincia di Cremona?

Creato il 14 febbraio 2013 da Cremonademocratica @paolozignani

Se vanno pazzi per la collezione di testate, le facciano, si sfoghino, pubblichino tutte quelle che vogliono: quotidiana, settimanali, mensili, annali, enciclopedie, sunti secolari, millenari, giubilei della stampa agricola, carnevali di carta stampata che impazzano, ma se la godano, perché però Arvedi G. deve dirci addirittura che La Provincia è un “giornale amico”?

la gerenza di San Valentno

la gerenza di San Valentino

Questa è buona. Il giornale è suo, lo dice la gerenza. Non si è mai visto un giornale che non è amico del suo padrone.

Giovanni Arvedi è ancora nel consiglio d’amministrazione e Antonio Piva è ancora presidente. Non basta però ad Arvedi. “La Provincia” è amica e basta. Più che possederla che deve fare a sto giornale?

Amica. Buona parte dei cremonesi non hanno ben capito perché Arvedi rifaccia Mondo Padano. Forse per rinverdire la bella stagione che visse con Antonio Leoni anni fa, prima dello scontro Maestroni-Arvedi.

Ma serve proprio un settimanale così in una provincia così? Serviva un’altra testata concorrente de La Provincia, in modo che tutte le notizie escano, anche quelle scomode ai proprietari del giornale cartaceo monopolista.

14 febbraio 2013 003

Il direttore Antonio Leoni intanto ha già promosso tutti sul campo ancor prima di cominciare: “Sarò un primus inter pares”. Leoni il buono, notata qualche tensione, sarà un buon papà del settimanale di cui ha sempre parlato con grande orgoglio. Tutti, da quel che promette il decano e leader delle penne arvediane, avranno giusto risalto. Una bella soddisfazione per Leoni tornare a cavallo della sua creatura.

Ma per Cremona è un disastro. Un editore solo. Cremonaoggi non è un’alternativa. Si è consolidato un gruppo di potere che si permette anche di censurare bellamente i candidati alle elezioni, di fare sparire una candidata non chiacchierata, non indagata, colpevole di un bel niente e anzi apprezzata come Maura Ruggeri, di trattar bene solo chi sta con Pizzetti, di cancellare Sel….

Costoro fanno tutto quello che vogliono: non ci sono leggi sui monopoli locali? Nulla si può fare per garantire in questa desolata landa libertà di parola per tutti?


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog