Magazine Diario personale

Chi toglie le foglie secche e altri dilemmi esistenziali

Da Maddalena_pr

Chi toglie le foglie secche e altri dilemmi esistenziali

Chi usa il caffè per stare sveglio (non che io me ne privi) e chi, invece, si solletica durante il dì con domande insolute: magari non di proposito, ma questi dilemmi a me sovvengono di frequente. Il bello è lasciarli così, come erbe aromatiche, ché se rispondi estingui l’aroma.

Ecco quello che non mi spiego (potete aggiungere i vostri ma – vi prego – non risolvete i miei):

  • Come si fa a richiudere il panetto di burro com’era da nuovo.
  • Perché on-off nei flaconi o nei giocattoli lo scrivono solo in bassorilievo che devi beccare la rifrazione esatta per leggerli.
  • Perché si dice sparare a salve, se non saluti nessuno.
  • Perché si dice assecondare per qualcosa che metti al primo posto, accattivante per qualcosa che in verità ti conquista e infestante per qualcosa che di festa non ne porta affatto.
  • Dove vanno a finire le foglie secche nei campi selvatici o lungo le strade, se poi ad ogni primavera è tutto lindo e nuovo.
  • Perché in tutte le tavolette di cioccolato al latte c’è scritto “finissimo al latte”: esiste “spessissimo senza”?
  • E comunque: perché “tavoletta” è sia quella di cioccolato sia quella del cesso.
  • Se “riposarsi” è termine coniato da mamma di infante, dopo che si è alzata diciassette volte e tenta di posarsi sul letto di nuovo.
  • Perché si chiama “prestinaio” se il pane lo comperi.
  • Cosa c’era prima di quel negozio che è subentrato a cosa? E dove adesso stanno costruendo quel nuovo condominio?
  • Perché i pacchetti di salviette per bebè ne hanno proprio 72.
  • Perché si dice non c’è via di scampo: come sono le vie degli scampi? Scappano meglio di noi?
  • Perché si dice “navigare” se il web è una rete.
  • Perché si dice “facciamo una pasta al sugo, una roba veloce” se bollire l’acqua=5 minuti + cottura pasta = 15 abbondanti, più sugo. Per fare un uovo o una fettina di pollo in 4 minuti sei a tavola.
  • Come si legge il menù della Milano Ristorazione.
  • Perché si dice “paio di mutande” se sono singole.
  • Perché i post hanno una preview se poi quando li porti nei social fanno quel cazzo che gli pare.
  • Perché il tasto di spegnimento è vicino a esc, così fai che uscire da tutto.
  • Perché il caps lock è accanto alla A: tu stAI SCRIVENDO E NON TI ACCORGI SE NON DOPO DUE RIGHE DI DIGITAZIONE A RAZZO.
  • Quanti farmaci devi aver preso prima di imparare a richiudere un bugiardino.
  • Perché tutti i bar, indistintamente, hanno solo tovagliolini viscidi che non puliscono un c.
  • Perché una mosca ci mette 5 secondi a entrare in casa da una finestra socchiusa e cinque giorni a uscire da una porta spalancata.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :