Magazine Calcio

Chievo Verona, la conferenza stampa di Rolando Maran

Creato il 28 ottobre 2017 da Dariofratoni

Questa mattina il tecnico del Chievo Verona, Rolando Maran, è intervenuto in conferenza stampa per parlare del prossimo match di campionato.

Domani, alle ore 15.00, infatti, la squadra clivense incontrerà la Sampdoria di mister Giampaolo (qui le probabili formazioni di Sampdoria-Chievo Verona). Ecco le dichiarazioni del tecnico:

Sulla partita:

Siamo due squadre che interpretiamo la partita allo stesso modo, poi qualcosa di diverso ci sarà, ma siamo entrambi intraprendenti. Noi abbiamo le nostre, incontriamo una squadra con grandi qualità”.

Meggiorini?

“A lui manca la partita, scendere in campo. E testare quello che ha fatto. Il fisico sta bene, è allenato, poi la partita è diversa. Deve trovare il campo e riuscire a tornare gli manca soltanto questo. Atleticamente sta bene. Inglese idem, non sarà convocato Stepinski per una botta rimediata mercoledì”.

Capitolo centrocampo:

Hetemaj è un giocatore importante per noi, ma ne abbiamo vari in quel ruolo. Bisogna avere fiducia in chi giocherà con la Samp, ci sono tanti ragazzi che vogliono mettersi in evidenza”. Ancora sul Milan: “Ci sono stati vari problemi, abbiamo fatto diversi errori. Io sono abituato a ruotare i difensori, non ci sono problemi, chi scende in campo sa quello che deve fare. Abbiamo reagito male alle difficoltà, noi ci allenamiamo sempre a grandi ritmi. Ora andiamo avanti dai”.

Su Castro:

Ha bisogno anche lui che la squadra giri a certi ritmi, così si evidenziano le qualità del singolo. Se giochiamo da squadra allora giocano bene tutti, non abbiamo giocatori che possono vincere la partita da soli. Soltanto giocando insieme possiamo esaltare tutti”.

Esperienza e continuità:

La gestione degli introiti porterà sempre più ad esserci una netta differenza tra alcune squadre ed altre, non si può essere competitivi come le grandi. Sportivamente un calcio più equilibrato sarebbe più avvincente, ma noi dobbiamo fare i conti con questa realtà e rimboccarci le maniche per allinearci, e fare il meglio possibile”.

Orgoglio Chievo per  Rolando Maran:

Bisogna mettere in campo le proprie idee, sempre. Ogni allenatore deve farlo, qui ci sono le condizioni giuste per poterlo fare al meglio. Questo sì!”.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :