Magazine Economia

Chiusura partita Iva compilazione F24 per evitare sanzioni: cosa fare e guida pratica

Da Raffa269

Chiusura partita Iva compilazione F24 per evitare sanzioni: cosa fare e guida praticaCon la Manovra Economica 2011 è stato introdotto l'obbligo dal primo gennaio 2012 della chiusura delle partita Iva dormienti ma qui parliamo anche della chiusura ordinaria delle partite Iva.

Quelle dormienti andranno chiuse versando una sanzione tramite modello F24 con specifico codice tributo e secondo le modalità che vedremo in seguito a carico di professionisti, società, imprese artigiani e simili che hanno cessato l'attività originaria o quell'iniziativa aperta qualche anni indietro e per cui oggi il fisco chiede una definizione attraverso la chiusura per i soggetti che rispettano le cratterisictiche viste nel precedente articolo dedicato appunto alla chiusura della partita Iva dormiente.

Chiusura della partia Iva

La partita Iva può essere chiusa gratuitamente mediante l'utilizzo del modello AA7/9 o AA9/7 aa7mods_new che serve appunto non solo ad aprire la partita Iva ma anche a comunicare delle variazione e finanche la cessazione.
Il modello AA9/7 lo potete scaricare dal sito dell'agenzia delle entrate ed in esso dovrete indicare una seire di dati come il titolare della partita Iva, il codice atecofin, dove sono depositate le scritture contabili che vi ricordo dovranno comunque essere conservate pr 10 anni.
La compilazione del modello e la presentazione è gratuita e sarà fatta presso l'ufficio competente dell'agenzia delle entrate. Potrete consegnarlo cartaceo o inviarlo telematicamente avendo cura di scaricare la ricevuta di avvenuta presentazione.

Sanzione minima entro 90 giorni per le partite Iva dormienti

Nel caso in cui procediate alla definizione della partita Iva entro 90 giorni dall'entrata in vigore del DLgs 98 del 2011 ve la potrete cavare con una sanzione minima di 129 euro da versare con modello F24 nella vostra banca o tramite home banking secondo le modalità che vedremo in seguito. La scadenza pertanto è previsto per il prossimo 4 ottobre 2011, data entro sarà conveniente procedere al versamento in banca della sanzione.

La sanzione in questo caso scende a 129 euro

Il codice tributo per chiudere la partita Iva da utilizzare nella sezione erario è 8110 indicando nella sezione anno di riferimento l'anno di cessazione della partita Iva ossia quello di presentazione del modello F24.

Sanzioni massime per chiusure dopo 90 giorni

Se non procedete entro 90 giorni alla chiusura della partita Iva le sanzioni salgono ed entrano nel range che può andare dai 516 ai 2.065 euro.

Non è necessaria la compilazione dei modelli storici di apertura, variazione e chiusura dell'attività ossia i moduli AA7 e AA9.

Compilazione modello F24 per la chiusura della partita Iva

Dopo aver identificato il codice tributo 8110 dovrete indicare nella sezione contribuente del modello dati anagrafici e codice fiscale.

Nel campo TIPO dovrete indicare la lettera R, mentre nel campo ELEMENTI IDENTIFICATIVI dovrete indicare il vostro vecchio nuero della partita iva da chiudere e nel campo anno di riferimetno quello di presentazione del modello.

La partita Iva anche in caso di non chiusura tramite modello F24 sarà comunque chiusa d'ufficio. Per la chiusura delle partite Iva ordinarie non ci sarà bisogno di alcun versamento con modello F24.

Aggiornamento Dicembre 2011: prorogati i termini per la chiusura delle partite iva fino al 31 marzo 2012 Articoli collegati Chiusura Partite Iva 2011 con Manovra Economica

Manovra Economica 2011: Sintesi per punti

Prassi di riferimento

Risoluzione n. 72 del 2011.


Ti è piaciuto l'articolo? Per continuare a dare informazioni in modo gratuito, condividi questo articolo tramite i pulsanti qui sopra!

Chiusura partita compilazione evitare sanzioni: cosa fare guida pratica


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :