Magazine Motori

Ci montiamo la testa e recensiamo pure i nuovi stivali: W2 - 4dirt adventure

Da Motociclistidatavola
Allora, cominciamo con la premessa che in genere facciamo per le prove in moto: queste non sono analisi tecniche ma solo impressioni personali di un utilizzatore dotato di media sensibilità, scarse conoscenza tecniche ma molto rompicoglione.Quindi se vi parlo di stivali prendete il commento come quello fatto da un conoscente al bar e non come quello fatto da un tecnico su una rivista.Altra premessa, noi si commenta quello che abbiamo, se qualche casa vuole inviarci del materiale in prova...ben venga. TomTom l'ha fatto, se poi altri volessero, insomma, noi non ci tiriamo indietro. Offriamo ignoranza e scarsa visibilità in egual misura e per cifre a sei zeri garantiamo recensioni stupende al limite del peana al dio Apollo.
Ma veniamo a noi. Dopo 5 anni di onorata carriera i miei vecchi stivali hanno dato il collo nell'eroica missione Elefantentreffen. Era da tempo che ormai stavano cedendo e neve-sale-pioggia-fango-esposizione diretta al fuoco (nel senso che ho messo i piedi nel fuoco) hanno dato il colpo di grazia.Con questi stivali mi son trovato così bene che per prima cosa ho cercato di nuovo lo stesso modello. Non lo fanno più. Ho mandato una mail alla casa che li produce chiedendo se ne avessero un paio da qualche parte dimenticato e abbandonato ma nulla. Mi han giurato di aver cercato bene, anche nei sottoscala. Sono stati molto gentili, devo dirlo, e mi hanno proposto anche altri modelli. Però non erano quelli che cercavo.Ho cominciato a cercare su internet modelli e prove, per farmi un'idea prima di andare in negozio. Anche perchè nei negozi di motosport spesso vai avendo almeno chiara la marca, dato che non trovi ovunque tutte le marche. Mi sono anche avvalso della consulenza di Max, personaggio fidato e che stimo moltissimo, sia per le moto che per gli indumenti e DPI (ok, lo so che non si chiamano così, i DPI sono quelli da lavoro ma ci siam capiti). Ok, lo stimo anche per un'altra conoscenza ma se ne palra poi in privata sede.Dopo diverse ricerche e dopo aver visto che i modelli che mi piacevano costavano come delle Louboutin (non è vero, costano la metà ma l'ho scritto solo per attrarre traffico femminile sul blog, lo ammetto) è arrivato l'amico BambyKiller con un consiglio su una marca poco nota il cui importatore è nella mia stessa città. Ho studiato il catalogo ( catalogo ), ho letto recensioni e poi mi sono innamorato di un paio di stivali. Ho chiamato, loro non fanno vendita al pubblico ma me li facevano volentieri vedere e provare. Visti, provati, piaciuti, comprati. Pagati almeno un centello meno degli altri visti.Oggi il primo giro. Lo stivale è comodo anche se molto rigido, specialmente nella zona “scarpa”. E' una rigidità non fastidiosa quando poi si deve camminare ma trasmette una buona protezione. La calzata è comoda e le chiusure “tipo scarpone da sci” sono più comode di quel che pensassi e ti permettono un'ottima regolazione. E qui mi cospargo il capo di cenere dato che vedevo come fumo negli occhi quel sistema di aggancio, invece sono pratiche e molto regolabili. La suola è made in “Vitale Bramani” (per tutti Vibram) e quindi nulla da dire. Comoda da camminarci, morbida ma molto protettiva. Rispetto ai miei vecchi stivali è un po' più “disegnata” e quindi più stabile ma più alta. Questo è un vantaggio quando poggio i piedi in terra (tocco meglio) ma ho dovuto prendere le misure per quel che riguarda la cambiata e la frenata. Per intenderci, io tenevo sempre abbassata la “prolunga” da off-road nel pedale del freno del GS, adesso non serve.La morbidezza della suola Vibram non fa però perdere sensibilità. Si tratta di prenderci la mano, o meglio il piede, i primi 20 km.Quindi, per ora, sono mooooolto soddisfatto dell'acquisto. Da dire che un prodotto comunque di buona fattura costa sensibilmente meno di altri prodotti equivalenti (mia percezione, ovvio) ma con marchi noti.Non ho provato la tenuta all'acqua, vi farò sapere. Vi riporto però il commento di una prova ritrovato su internet in un sito inglese che diceva “il modo migliore di lavarli? Lavare la moto e poi usare la lancia direttamente sullo stivale”.Ah, gli stivali sono questi in foto e sono W2 modello 4dirt adventure.

Ci montiamo la testa e recensiamo pure i nuovi stivali: W2 - 4dirt adventure

Poi per me son stupendi

Poi se fra un mese mi trovo da cazzo vi faccio sapere. Tipo se prendo acqua ( anche se mi hanno detto di chiamare subito se passa acqua) o se in estate patisco un caldo che mi fa cantare “highway to hell” tutto il tempo. Per ora, per quel che può valere, un ottimo acquisto, sia in senso assoluto che in rapporto qualità/prezzo.E io ero innamorato dei miei vecchi stivali jedi.

Ci montiamo la testa e recensiamo pure i nuovi stivali: W2 - 4dirt adventure

sullo sfondo i miei vecchi amori....



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Chi ci salverà?

    Il sindaco di Aosta, Bruno Giordano, in Consiglio comunale risponde così a una interpellanza di Alpe riguardo all’intervento di “valorizzazione” della Porta... Leggere il seguito

    Da  Patuasia
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • Bally ci presenta Camera Bag!!

    Bally presenta Camera Bag!!

    Si chiama Camera Bag la nuova collezione lanciata da Bally per l’Autunno-Inverno 2013/2014. Questa collezione trae ispirazione dalla fotografa Lee Miller che... Leggere il seguito

    Da  Lefashionmama
    MATERNITÀ, MODA E TREND, PER LEI
  • Finché morte non ci separi

    Quali sono i motivi per cui due persone decidono di sposarsi? Ne parliamo oggi cominciando ad elencare i sette falsi miti sul matrimonio individuati dai... Leggere il seguito

    Da  Psytornello
    COPPIA, PER LEI, PSICOLOGIA, SALUTE E BENESSERE
  • Biocarburanti? Ci pensa l’Italia

    Biocarburanti? pensa l’Italia

    Genny Sangiovanni vedi altri articoli 14 ottobre 2013 10:12 È del Piemonte il primo impianto inaugurato per i derivati da colture non alimentari. Leggere il seguito

    Da  Molipier
    DA CLASSIFICARE
  • Ci lascia Luigi Bernardi

    E’ scomparso questa mattina Luigi Bernardi, scrittore, drammaturgo e fondatore della casa editrice Perdisa Pop.Riportiamo qui di seguito la dichiarazione... Leggere il seguito

    Da  Paolo Franchini
    CULTURA
  • Ci siamo quasi!

    siamo quasi!

    Il momento ormai è arrivato... le valigie sono pronte, i ferri sono lucidati, gli ansiolitici sono nel beauty.Il dado è tratto: la Fiera di Vicenza Abilmente... Leggere il seguito

    Da  Tibisay
    LIFESTYLE, MODA E TREND
  • Manicure … ci provo

    Manicure provo

    Buongiorno carissime amiche, nuovo appuntamento con lo “studio delle unghie e della Nail Art” Mia fonte di ispirazione e di studio è sempre il libro che sto... Leggere il seguito

    Da  Danila Salvadei
    BELLEZZA, PER LEI

Dossier Paperblog

Magazines