Magazine Consigli Utili

cibo da fiere e da cinema: i lupini

Da Melissa

I lupini, non vanno più di moda. Ma esistono ancora e io ho un bellissimo ricordo delle rare volte in cui li ho mangiati.

Gialli, salati e sugosi. Serviti in sacchetti di plastica che sanno di vintage solo a guardarli, i lupini vanno sudati: afferrare, incidere, sgusciare facendo scivolare il contenuto e (finalmente) mangiare. Perlomeno il fatto di doverli “sgusciare” ci fa consumare calorie! (n.b. anche i pistacchi da sgusciare e i semi di zucca hanno lo stesso effetto)

Tornati in auge sotto mentite spoglie di bistecche e preparati, sono fortemente consumati dai vegani per il loro apporto calorico e dicono che la maionese di lupini sia molto buona.

Ma torniamo a noi e alle fiere, come sono preparati questi strani e antichi legumi?
Sono nientemeno che in salamoia e dopo una preparazione di circa una settimana, potrete ottenere un buon e gustoso risultato. Qui la ricetta.

A leggerne le proprietà mi chiedo perchè non li mangio più spesso..

Nutriente, facilmente digeribile, capace di ridurre il livello di colesterolo nel sangue, di aiutare il cuore nelle sue funzioni vitali e pare che, consumandolo con regolarità, possa addirittura prevenire l’ipertensione, il diabete e il tumore del colon.

Già presenti le prime coltivazioni tra i maya e gli egizi, sono decisamente più vecchi di noi.
esiste anche una fiera in suo nome a Vercelli (Piemonte): la fiera del lupino.

A questo punto ne comprerò un sacchetto alla prossima fiera!

cibo da fiere e da cinema: i lupini



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :