Magazine Salute e Benessere

Cioccolato fondente: ecco perché fa bene anche al cervello

Creato il 14 luglio 2017 da Informasalus @informasalus

cioccolato fondente
Ricco di sostanze benefiche come i flavonoidi, il cioccolato fondente è prezioso per la nostra mente

Il cioccolato fondente aiuta la memoria e favorisce l'apprendimento. Ricco di sostanze benefiche come i flavonoidi dall’effetto neuroprotettivo, questo alimento è prezioso per la nostra mente ed è in grado di migliorare le performance cognitive. È quanto sostiene uno studio condotto dai ricercatori dell’Università dell’Aquila e pubblicato su Frontiers in Nutrition.
I ricercatori hanno preso in esame precedenti studi sugli effetti dei flavonoidi rispetto alle funzioni cognitive. È stato così riscontrato che questi principi attivi migliorano la cosiddetta “memoria di lavoro” che aiuta ragionamenti, calcoli matematici ma anche l’elaborazione delle informazioni visive.
I migliori risultati sono stati evidenziati sugli anziani e sulle donne: queste ultime sembrano ottenere grandi benefici dal cioccolato anche dopo una notte insonne. È stato riscontrato infatti che riescono a svolgere i propri compiti con maggiore lucidità e attenzione nonostante il cervello non abbia avuto il tempo necessario a riposarsi.
Per quanto riguarda gli anziani la revisione della letteratura precedente suggerisce che l'assunzione quotidiana di flavonoidi di cacao, per almeno 5 giorni e fino a 3 mesi, ha portato i maggiori benefici per la funzione cognitiva, migliorando attenzione, velocità di elaborazione, fluidità verbale e memoria di lavoro.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :