Magazine Società

Cittiglio, un successo la tradizionale festa di San Biagio

Creato il 14 febbraio 2020 da Stivalepensante @StivalePensante

(Fonte L'eco del Varesotto) Molto bene la celebrazione, lunedì 3 febbraio, della popolare festa di San Biagio Vescovo, che come ogni anno è stato ricordato a Cittiglio ove esiste una antica chiesetta romanica a lui dedicata.

Sul sagrato di questa chiesa sono però in corso dal 2016 dei lavori seguiti dalla Soprintendenza archeologica della Lombardia, che sta scavando per indagare l'area che sino alla prima metà del XVII secolo era adibita a cimitero. Tali lavori rendono inagibile il passaggio alla chiesetta che non può di conseguenza essere utilizzata.

Per questo motivo per il secondo anno consecutivo la festa di San Biagio è stata celebrata nella chiesa parrocchiale ove è stata programmata la S. Messa serale alle ore 20.30, molto partecipata, cui ha fatto seguito la benedizione della gola con la distribuzione ai fedeli del pane benedetto.

Subito dopo sul sagrato della parrocchiale c'è stata la distribuzione del panettone accompagnato da cioccolata e vin brulé, con, in parallelo, l'offerta dei canestri. Poco prima delle 22 ecco l'accensione del falò che era stato allestito (per la prima volta) sul sagrato della parrocchiale per rispetto alla secolare tradizione.

Fin dalla mattina i volontari del " Gruppo Amici di San Biagio" si erano attivati per prepararlo, posizionando - a tutela del fondo in pavé del piazzale - opportune lastre d'acciaio su cui è stato poi collocato un braciere per contenere le fascine che hanno garantito una bella e veloce fiamma, che ha soddisfatto e riscaldato tutti i numerosi presenti. Il ricavato dalla festa contribuirà, invece, alla prosecuzione dei lavori archeologici e di sistemazione del sagrato della chiesetta di San Biagio.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog