Magazine Cucina

Ciuffi di calamari in insalata

Da Jo
Ciuffi di calamari in insalataRicetta lampo.
I ciuffetti cuociono in meno di 5'. Il resto si assembla in altrettanto poco tempo.
L'unica tempistica più lunga è la mezz'ora di cottura del brodo vegetale nel quale sbollentare i ciuffi. E dal quale ricavare la julienne di carote e scalogni da aggiungere all'insalata per una nota di sapore e colore in più.
I ciuffi si trovano già pronti, basta solo passarli al vaglio per cercare qualche becco residuo o cartilagini troppo dure, che vanno accuratamente eliminate.
Quanto al resto vi lascio carta bianca. Usate quello che vi piace di più calcolando che è meglio che ci sia una nota acida data da succo di limone e/o lime e un po' di scorza grattugiata, sottaceti vari -funghetti o cetriolini o cipolline-, ottimo olio evo e sale in scaglie. Per la nota dolce piselli o ceci lessati. Non volete rinunciare a un che di croccante, anche se vi assicuro che i tentacoli sono croccanti... sbriciolate qualche tarallo, ma aggiungetelo solo prima di servire.
Preferite avocado, mais o altro? Provate e aggiungete quello che più vi ispira.
Dosi per 4
-ricetta-
500 g ciuffi di calamaro
120 g piselli lessati
1 carota
1 gambo di sedano
1 cipolla piccola o 2 scalogni
qualche gambo di prezzemolo
100 g funghetti sott'olio
olio evo
sale
Ciuffi di calamari in insalataPreparo il fumetto vegetale dove sbollenterò i ciuffi.
In una casseruola porto a ebollizione le verdure ricoperte di acqua. Al bollore salo poco e proseguo la cottura per 30'.
Tengo da parte la carota e gli scalogni, da cui ricavo striscioline a julienne.
Verso nel brodo i ciuffetti e li faccio cuocere dalla ripresa del bollore per massimo 4'.
Spengo e lascio intiepidire 5', poi li scolo.
In una terrina metto i ciuffi di calamaro, le verdure che ho tagliato a julienne, i funghetti scolati dall'olio, i piselli.
Condisco con fiocchi di sale e un buon giro d'olio, il succo di un lime e parte della buccia di un limone bio grattugiata.
Lascio insaporire per un'oretta e posso portare in tavola con pane croccante, grissini o pane guttiau.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines