Magazine Cultura

Collettivo Rituale 6 L'arto (l'Arte) fantasma

Creato il 07 aprile 2011 da Empedocle70
sabato 9 aprile 2011 ore 17.00Venezia, Palazzo Pisani, Sala Concerti
==============================================Collettivo Rituale 6L'arto (l'Arte) fantasmaAffabulazione-concerto sulla persistenza della Romantik di e con Michele Del Prete e Lucas Carl Christ==============================================
1809 Mendelssohn, 1810 Copin e Schumann, 1811 Liszt, 1813 Wagner e Verdi, 1814…A chi ritiene che tutti questi bicentenari dei musicisti romantici da celebrare senza tregua siano francamente eccessivi, viene finalmente data la possibilità di concedersi un'irriverente boccata d'aria: concerto breve o televendita, dotta dissertazione per addetti ai lavori o mostra di fenomeni da baraccone come se ne facevano una volta, è difficile etichettare la fulminante forma teatrale concepita da Michele Del Prete, giovane ma poliedrica figura di artista e filosofo, di compositore e performer, di didatta e esperto di nuove tecnologie, fedelmente assecondato dal pianoforte sensibile di Lucas Carl Christ. E, nelle pieghe tra le parole, brani di musica romantica e contemporanea che si annodano, si commentano, si illuminano reciprocamente. E proprio le differenze di epoca e di linguaggio della musica presentata in una cornice così duttile le donano un senso di necessità e di bellezza del tutto inedito, e che dovrebbe forse far riflettere sui limiti formali del concerto (e della conferenza) di tradizione otto-novecentesca.
ProgrammaJohannes Brahms (1833-1897) da Fantasien für Pianoforte Op. 116, 1892, n. 4: Intermezzo in Mi magg.Michele Del Prete (1974), Jetz, daß wir so gemütlich sitzen per pianoforte, 2006Johannes Brahms, da 6 Klavierstücke Op. 118, 1893, n. 2: Intermezzo in La magg.Fryderyk Chopin (1810-1849), da Études pour Piano Op. 25, 1829-1832, n.6 in Mi bem. min.
Michele del Prete speakerLucas Carl Christ pianoforte
Una produzione Camino Contro Corrente 2010Ingresso libero
http://feeds.feedburner.com/ChitarraEDintorni

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :