Magazine Società

"coltivare l'intelligenza emotiva", inseguendo (speranze di) miglioramento collettivo

Creato il 02 novembre 2017 da Alessandro @AleTrasforini

Cogliere la necessità di modificare i propri comportamenti nella quotidianità dovrebbe essere un obiettivo al quale far tendere gli sforzi della collettività.
Solamente interagendo su questa leva, nei fatti, si potrebbe attuare parte dei cambiamenti necessari per permettere all'umanità intera di non rovinare ( ulteriormente) il pianeta Terra ed i suoi equilibri.
Al fine di preservare l'esistente servirebbe conseguire più di tutto quell'urgenza comportamentale che preveda la necessità di individuare quanto molta parte dei problemi esistenti siano - alla fine - intimamente ed intrinsecamente collegati l'uno all'altro.
Comprendere quanto e come sia possibile, risolvendo una piccola parte delle questioni spinose che compromettono l'equilibrio del pianeta Terra, dare un aiuto enormemente più strutturato all'intera umanità. Salvaguardare equilibri per rinnovare la solidità e la stabilità dell'astronave su cui uomini, piante ed animali sono costretti a "v iaggiare" per mantenere intatte le loro esistenze.
L'approccio integrato a tematiche simile deve essere perseguito con estrema attenzione, analizzando pro e contro che mettono gli esseri umani in condizione di poter decidere con maggior peso rispetto a quello di altre specie viventi le sorti del pianeta Terra.
La necessità di puntualizzare l'approccio costruttivo da definire dovrebbe riguardare - nei fatti - quello di conseguire un modello collettivamente strutturato di definizione dei criteri impiegati per accrescere la propria ' intelligenza emotiva'.
E' su questo contesto possibile trarre spunto dall'opera intitolata " Coltivare l'intelligenza emotiva - Come educare all'ecologia", scritto da Daniel Goleman, Lisa Bennett e Zenobia Barlow e pubblicato da Edizioni Tlon.
Lo scopo prefissato dell'opera è quello di definire, mediante un approccio strutturato, la necessità di fornire modelli adeguati per impostare rinnovati metodi di definizione di criteri utili alla salvaguardia dell'umanità intera e del pianeta Terra:

"[...] Un nuovo modello educativo basato sul successo dell'apprendimento emotivo e sociale, in grado di raccogliere le storie di educatori, studenti e attivisti e affrontare i più importanti problemi ecologici del nostro tempo. [...]"

Si tratterà pertanto di completare - mediante azioni polivalenti - la definizione di un piano volto a fornire esempi per ( ri)conquistare quello spazio adeguato a fronteggiare i pericoli che abbiamo ed avremo sempre più davanti. Tale procedura d'azione va realizzata ricorrendo ad una specifica serie di parole chiave a cui è ineludibile far fronte, assimilandoli al meglio possibile ricorrendo ad esempi tratti da altrettante storie ed esperienze realizzate nel mondo:

  • montagne di carbone;
  • questioni e deliri di potere;
  • petrolio;
  • superare la protesta;
  • costruire proposta;
  • guerre e (forme di) pace per bisogno d'acqua;
  • ripristino di forme viventi;
  • resilienza;
  • cambio del sistema;
  • nutrimento di sistemi e comunità;
  • cambiamento del sistema alimentare;
  • creazione di percorsi adeguati per la giustizia alimentare;
  • strategie di sviluppo umano e professionale.

Leggerne per scoprirne, capirne, confutarne e saperne di più.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :