Magazine Boxe

Come affrontare lo stress e persone difficili al lavoro usando l’intelligenza emotiva

Creato il 15 marzo 2019 da Emanuele Zanella @emanuele755

C'è una cosa importante che credo dovresti sapere per comprendere meglio come funziona il corpo e le emozioni correlate alle scosse emotive dalle situazioni difficili.

Saprai molto bene che se a livello sessuale se non vengono toccati certi punti in un certo modo, di sicuro non è sperando che si arriva a raggiungere l'orgasmo o il massimo del piacere, a far battere il cuore forte guardandosi dritto negli occhi avvolti dalla passione e dal paciere in cui è come se il tempo si fermasse perché tutto quello che sta attorno sparisce.
Sei in piena estasi e l'unica cosa che vuoi in quel momento è essere dove esattamente dove ti trovi, cioè nel presente!

Però non è sempre cosi, e quando non avviene questo si rischia di far diventare quell'atto di amore e passione in un tugurio, un delirio, una insoddisfazione che porta solo frustrazione e l'allontanamento dall'amore quindi alla chiusura, ma andiamo avanti.

Il mondo del lavoro sta cambiando a velocità impressionanti e siamo soggetti a pressioni di vario tipo continuamente oltre ogni limite che crea in noi una certa confusione mentale che se osservata bene è un vero contro senso.

Conosci il detto del lunedì?
Cosa dici a te stesso la Domenica sera o il Lunedì mattina?

"Noooooo che due maroniiiii, è Lunedììììììì, è già passato il fine settimana.
Andrei in ferie altro che."

Non dico che sperare di andare in ferie sia sbagliato, anzi, ma già questa è una formula che a livello sottile può creare una specie di disagio, di forzatura interna limitante e contrastante per quanto riguarda i propri compiti e l'assenza mentale conseguente il distacco energetico e l'assorbimento emotivo.

Quando invece sei al lavoro, dentro di te speri arrivi presto il Venerdì sera per staccare dal lavoro e avere un pò di tempo libero per te, divertirti e riuscire a prendere aria.

Molto probabilmente leggendo queste frasi avrai fatto una smorfia, un lieve sorriso, oppure dentro di te avrai acconsentito a questa forma pensiero perché forse lo avrai pensato decine e decine di volte, o forse per non dire centinaia, ma mi chiedo se ti sei reso conto che è stato usato un verbo al quanto sospetto nelle due frasi precedenti scritto pure in grassetto.

Bene, che hai fatto ora che hai letto questo?
Molto probabilmente avrai irrigidito la fronte in segno di concentrazione come per dire "mmm che verbo in particolare?", oppure avrai alzato l'occhio con un balzo per vedere meglio quale.

Beh, avrai notato che il verbo è Sperare.
In questo caso devi sapere che la tua forma mentis sia principalmente una sognatrice o realista, sta di fatto che quando si tratta di risolvere problemi reali, di sicuro sperare non è la soluzione migliore, anzi, ma servono delle azioni precise formate da un METODO.

Se non hai un metodo preciso che ti consente di risolvere o fare una determinata cosa, per fare una torta, una pizza, una ricetta qualsiasi, di sicuro non verrà mai perché non si può buttare e mischiare gli ingredienti a caso "sperando" che venga bene.

Questo vale in qualsiasi ambito della vita, nelle relazioni e nel lavoro!

Se hai una mente rigida e dura il rischio di fare molta fatica e rendere poco è molto alto rispetto alle tue aspettative accanendoti con qualcosa o qualcuno.
Se invece entri nella fase di modellamento e adattamento continuo ai cambiamenti imparando un metodo che ti consente di farlo, questi ti possono destabilizzare sicuramente, ma quello che prima era duro e difficile può diventare morbido e avventuroso e ritrovare la tua stabilità in pochi secondi.

Il lavoro è lo stesso, ma cambia il rendimento, la prestazione, il divertimento, l'approccio e perché no anche il guadagno considerando che ti adatti alle esigenze del momento e riesci a evolverti e gestire le emozioni e situazioni difficili con facilità.

Nel corso della vita, ognuno di noi incontra dei comportamenti anomali anche da persone che non se lo aspetterebbero mai, lasciando dei segni all'interno difficili da gestire e da digerire che nel tempo diventa un vero condizionamento comportamentale incontrollabile.

Pensi di fare o dire una cosa a livello razionale, ma poi fai l'esatto opposto!

A volte può essere una normale reazione ad un evento difficile e antipatico che ha prodotto una ferita e che può diventare un brutto ricordo a certe condizioni, ma altre volte invece può formarsi in malessere che si prolunga nel tempo diventando quasi permanente.

Quando ti arrabbi, per quanto tempo rimani ancorato a quella emozione?

Come dicevano i nostri nonni, se adesso non sei contento della tua vita è solo questione di tempo e che le cose si sistemeranno: "il tempo è il miglior dottore e tutto passa" me è valida veramente per tutto oppure è solo una leggenda metropolitana?

Se al lavoro ti senti schiacciare e quello che accade ti fa arrabbiare cosi tanto che ti si gonfia la pancia, ti vengono gastriti, problemi allo stomaco, palpitazioni, calo di energie fisiche e mentali, demotivazione, frustrazione, disistima, calo del desiderio ecc, dai retta a quello che dicevano i nostri nonni e immagina come sarai fra 5 anni continuando a fare le stesse cose che fai adesso, e vedi che emozioni ti trasmette tutto questo.

Dai, d'altronde sono solo 5 anni da schifo, ma se speri con tutte le tue forze forse qualcosa accadrà, e di sicuro sai anche cosa!
Vediamo di comprendere come agiscono le emozioni nelle persone.

Devi sapere che nelle Discipline Analogiche sono stati suddivisi diverse tipologie di persone, le quali hanno caratteristiche e preferenze differenti a livello logico e inconscio. Non ti farò una lezione completa di Discipline Analogiche, se veramente vuoi imparare questo al meglio lo puoi fare con delle sessioni di coaching, ma voglio solo darti gli spunti necessari per comprendere meglio alcuni passaggi dell'essere umano nel modo più semplice possibile.

SE FAI TUE QUESTE NOZIONI IL TUO POTERE PERSONALE AUMENTERÀ A LIVELLO ATOMICI

Come affrontare lo stress e persone difficili al lavoro usando l’intelligenza emotivaMettiti in testa questa frase:
Quello che piace alla tua parte logica, NON piace alla tua parte emotiva, e viceversa.

Cosa vuol dire questa frase?
Hai presente la classica frase che alle donne piacciono gli stronzi!

Più uno è gentile ed educato, e più viene calpestato e poco considerato!
Fa di tutto per renderla felice e trattarla come una principessa e lei non lo considera, e quando arriva lo stronzo egoista che la tratta male lei gli corre dietro.

Perché accade questo gesto controverso?

Perché alla logica da fastidio, ma all'inconscio invece piace, coinvolge perché da Tensione Emotiva, e siccome l'inconscio si nutre di Emozioni, ci va a nozze.
Chi ne paga le conseguenze è sempre la parte razionale, cioè l'individuo!

Per restare più semplice e comprensibile voglio dividere queste tipologie in due parti distinte, cioè a chi piace la Comunicazione Assimetrica, e chi quella Complementare.

Detto in parole povere, c'è chi piace essere contraddetto (Assimetrica), e chi compiaciuto (Complementare).

Faccio l'esempio classico che uso nei Training o nelle sessioni di Coaching; dico alla persona di invitarmi a cena a mangiare la pizza, e do delle risposte differenti per far comprendere cosa accade a livello interno.
La prima volta acconsento senza fiatare, nel secondo invece mi scontro, ma vediamolo insieme.

ESEMPIO 1: ACCONSENTO
* Ciao Lele, stasera vieni a mangiare una pizza con me?
- Si la pizza, mmm ottima idea fatta, a che ora ci vediamo?

ESEMPIO 2: SCONTRO
* Ciao Lele, stasera vieni a mangiare una pizza con me?
- La pizza??? ma sei fuori? Ma daiiii noooo, andiamo a mangiare una bella bistecca, ti porto io un bel posto, dai fatta. La pizza proprio non mi va.

Bene, nel primo caso per entrambi ci sarà compiacimento senza nessun coinvolgimento emotivo perché non vi è scontro.
Nel secondo caso invece ci sarà chi si carica di tensione emotiva perché contraddetto ma poi contento a livello emotivo, chi invece non gliene frega nulla perché mangiare pizza o pesce va bene lo stesso, basta passare la serata in compagnia.

Questo per dirti che se a livello logico dentro di te vuoi solo persone che siano compiacenti con te quando parli, vuol dire anche che è molto probabile che a livello emotivo cerchi persone che si contrappongono a te creando cosi Tensione Emotiva, cioè carburante per l'inconscio.

ATTENZIONE: Prima di andare avanti con la lettura ti consiglio di fermarti e ragionare sui tuoi comportamenti, non permettere di perderti queste nozioni perché sono molto importanti.
COSA SERVONO QUESTE NOZIONI?

Questo esempio della pizza, avviene continuamente nelle relazioni di vario genere, dal lavoro a quelle private, solo che se siamo consapevoli di quello che accade dentro di noi, cioè della tensione Emotiva che questo ci crea, riusciamo a gestire meglio le nostre emozioni evitando i classici accanimento logorroici e trarne pure vantaggio, altrimenti invece rischiamo di accanirci senza concludere nulla di buono.

Il principio è lo stesso, cambia solo la dinamica, perciò è qui che una volta imparato a utilizzare questa filosofia al posto di accanirti ogni volta che ti contraddicono sarai in grado di far fluire le emozioni e servirtene.

Perché dico questo? Perché la tensione emotiva è EMOZIONE PURA, quindi energia propulsiva, in più devi sapere che per l'inconscio non fa alcuna differenza tra una festa o un funerale perché come detto prima, si nutre di emozione, punto.
L'Apatia è l'assenza di energia, quindi totale Demotivazione.

Detto ciò se fai Tuo questo concetto puoi veramente fare la differenza a livello di gestione delle energie usando le emozioni a Tuo vantaggio anche quando ti vengono contro e ti danno fastidio.

Mi spiego meglio:
Supponi semplicemente di usare le situazioni più stressanti come Tuo distributore personale e trarre vantaggio, quindi quando hai qualcuno che ti crea tale "tensione" al posto di evitarlo oppure odiarlo, quindi scontro interiore e accanimento, sarai in grado di sorriderci sopra.

Hai presente il vecchio detto che se non riesci a sconfiggere il tuo nemico fattelo amico? Ecco...in modo analogico possiamo agganciarci a questo detto.
Questo nemico può essere un tuo collega, il tuo capo, un cliente, non cambia, il punto è che quella persona crea in te un fastidio alla parte razionale,quindi tensione emotiva, puoi usarlo come "spuntino emotivo" come lo chiama il nostro maestro Stefano benemeglio, cioè dare cibo alla nostra parte emotiva.

Possibile? Si.
Facile? Un pò meno!

Questo che tu lo voglia o no avviene comunque, la differenza è saperlo e usarlo a proprio favore!

Sarò sincero, riuscire a fare da soli una cosa del genere non è per niente facile perché serve una guida, un supporto che ti sostenga e prepari al meglio a questa nuova filosofia, ma una volta fatto potrai uscire e gestire anche le situazioni più difficili e acquisire energia emotiva a Tuo vantaggio, eliminando l'accanimento precedente.

Come affrontare lo stress e persone difficili al lavoro usando l’intelligenza emotiva

Che vuol dire? Che al posto di stare al lavoro arrabbiato tutto il giorno e tenersi la rabbia tutta la sera fino a che ti passa subendo la cosa, potrai SERVIRTENE e gestire l'emozione in tempi molto brevi anche usando

In questo momento molto probabilmente sarai scettico, ma facciamo un piccolo ragionamento.
Per cambiare umore basta un attimo, può bastare una sola parola, una frase per passare dalla gioia alla rabbia o tristezza più totale.

Se è vero che esiste un verso, vuol dire che esiste anche un inverso, e se è vero che vuol possiamo passare da uno stato emotivo positivo in un secondo involontariamente, vuol dire anche che possiamo fare il contrario, cioè bloccare la rabbia e tristezza volontariamente a trasformarla in uno stato positivo.

Quando imparerai a fare questo, il Tuo potere personale aumenterà per il solo fatto che smetterai di regalare energia alle persone che ti risucchiavano prima, ma la darai solo a chi lo ritieni opportuno.

Se per caso dentro di te ti suona la classica frase dettata per fare Marketing, "POTERE È VOLERE ", lascia che ti dica che è vera solo se USI UN METODO PRECISO che ti permette di farlo, altrimenti puoi volere quello che vuoi, ma di sicuro senza il mezzo che ti porta al tuo obiettivo rischi di rimanere a piedi ad aspettare che qualcuno passi nel tuo tragitto per darti un passaggio basandoti sulla legge che dicevano i nostri nonni, cioè portare pazienza che il tempo sistema tutto.

A volte capita di essere sicuri di fare la cosa giusta senza sapere se stiamo sbagliando o no, lasciando cosi quel potere fermo li in attesa solo che venga tirato fuori e usato.

Credi che tenere una Ferrari ferma senza tirarla mia fuori dal garage sia una mossa intelligente?
La prima risposta che viene è sicuramente no, ma dopo quel no quale frase segue dentro la tua mente adesso mentre stai leggendo queste parole?

Ho cercato per anni un modo per avere questo potere e ho sbagliato e arrabbiato tante volte che ho perso il conto, ma dopo averlo trovato con le giuste chiavi, l'ho modellato con calma e pazienza lasciando passare gli anni come un pittore che guarda e scruta il suo dipinto fino a dargli vita, quella vita che resta nel tempo inesorabile.

I nostri sensi, le nostre parole, i nostri pensieri hanno una vita propria, e questa vita deve essere vissuta e lasciata libera di esprimersi, evitando di essere rinchiusa in un buco nero.

Esistono diversi modi per gestire lo stress con le persone, ma quello che fa la vera differenza è la coniugazione perfetta di varie strategie le quali creano un vero MODELLO COMPLETO.
Non è un ingrediente unico che la ricetta, ma l'insieme di vari elementi !
Colori della voce, PNL, Respiro, Presenza Mentale, Filosofia Analogica.

Ora che hai letto queste parole, chiediti se nella tua vita c'è qualcosa che puoi avere di più e fai la scelta adesso di renderla Tua per sempre.

Ora dopo tutto questo tempo, pazienza e fatica se vuoi puoi finalmente avere accesso anche Tu a questo potere e farlo Tuo una volta per tutte, dove nessuno te lo può portare via perché farà parte di te per la Tua trasformazione e massima espressione in famiglia.

Sono le parole della vita coniugate alle parole della comunicazione che faranno si che questo tuo potere venga espresso al meglio senza che te ne renda conto, solo che per averlo devi fare assolutamente una scelta.

La scelta è di renderlo Tuo o lasciarlo ad altri che lo usino al posto Tuo.

Non so dirti se questa scelta sia meglio farla prima possibile o aspettare che venga assimilata da tutti i tuoi sensi, ma molte volte mi sono chiesto se valeva la pena aspettare che una certa risorsa venisse a suonarmi il campanello per venire da me o meno, ma se riflettiamo attentamente e ci chiediamo se ne vale la pena, quale risposta ne consegue?

In base alla Tua risposta, potrai prendere anche la Giusta decisione se aspettare un passaggio da qualcuno, oppure prenderti le chiavi e guidare la Tua Ferrari usando al meglio la Tua Intelligenza Emotiva.

Emanuele Zanella - Mental Coach Analogista Come affrontare lo stress e persone difficili al lavoro usando l’intelligenza emotiva

Come affrontare stress persone difficili lavoro usando l’intelligenza emotiva


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog