Magazine Letteratura per Ragazzi

Come proporre l’educazione alimentare ai bambini con i giochi

Da Caffenero
Come proporre l’educazione alimentare ai bambini con i giochi

Se organizziamo un piccolo laboratorio di educazione alimentare, cosa possiamo proporre ai bambini? Immaginiamo di tenerlo in casa nostra, con i nostri figli, di cui conosciamo bene le abitudini alimentari, cosa mangiano volentieri e cosa guardano con diffidenza. In casa avremo a disposizione la cucina, ma anche tempo per giocare e sperimentare nuovi sapori.

1-Il trucco della cuoca

I miei figli hanno frequentato l'asilo nido: stessa struttura ma in tempi diversi. La cuoca era una donna molto disponibile e gioviale, anche lei educatrice d'infanzia. Per farvi capire il personaggio vi posso dire che quando toccava a lei il turno del pomeriggio organizzava la baby dance. Era molto amata dai bambini.

Un anno ci ha chiesto il permesso di fare un piccolo laboratorio sulle verdure perché vedeva che molti bambini rifiutavano gli spinaci. Ha comprato una bella quantità di spinaci freschi. Ha organizzato la mensa in modo che ogni tavolino avesse vaschette con l'acqua e ciotole. Si è fatta aiutare dai bambini a pulire le verdure: le hanno guardate da crude, toccate, lavate, spezzettate. So tutto questo perché hanno filmato l'esperienza, altrimenti non avrei creduto che mio figlio potesse davvero aver mangiato una foglia di spinacio cruda.

Il trucco della cuoca era molto semplice: per apprezzare gli spinaci i bambini dovevano conoscerli meglio coinvolgendoli. Ha cercato tante ricette diverse per cucinare gli spinaci in modo che i bambini si rendessero conto di come cambiava il sapore. Credo sia un consiglio da mettere in pratica e far conoscere le verdure il più possibile.

2- Il consiglio della scrittrice Emanuela Bussolati

Ho incontrato Emanuela Bussolati alla fiera del libro di Bologna. In quell'occasione teneva un incontro sull'importanza di avvicinare i bambini al cibo in modo giocoso e pratico per fargli capire cosa sono quei cibi che trovano nel piatto. Il suo consiglio era di coltivare le verdure in un piccolo orto sul balcone, coinvolgere i bambini in cucina come piccoli aiutanti e cercare ricette che potessero fare da soli, ma soprattutto fare capire ai bambini da dove arriva il cibo.

Emanuela Bussolati ha scritto due libri per bambini molto interessanti:

3- Giochi di educazione alimentare

Per la scelta dei giochi educativi guardo sempre sul catalogo di Borgione, utilizzato anche nelle scuole e con molti materiali di ispirazione Montessori. Ho trovato alcuni giochi adatti per insegnare ai bambini l'origine degli alimenti e le regole di una sana alimentazione.

Come proporre l’educazione alimentare ai bambini con i giochi

Gioco sull'origine degli alimenti. Lo scopo del gioco è associare l'immagine dell'alimento con la sua origine naturale. Da chi vengono le uova? E il latte? I bambini imparano a classificare gli alimenti secondo le loro origini: dalla radice della pianta patata), dall'arbusto della pianta (pomodoro), dall'albero (mela), dal mare (pesci) o dagli animali (uova, carne, ecc). Il gioco prevede diverse basi per ogni classificazione ed è autocorrettivo.

Come proporre l’educazione alimentare ai bambini con i giochi

Gioco della corretta alimentazione. In questo gioco abbiamo 6 gruppi di colore differente in cui sono divisi gli alimenti. I partecipanti devono cercare di riempire il vassoio con un solo alimento per ciascuno dei 6 gruppi. Sulla tabella di gioco sono raffigurati i 6 banconi che rappresentano i 6 gruppi di alimenti e un percorso sul quale a turno i bambini,tirando il dado, otterranno indicazioni che consentiranno di acquisire dei nuovi "gettoni alimenti".

Come proporre l’educazione alimentare ai bambini con i giochi

Semaforo della buona alimentazione. I bambini devono associare le 54 schede di alimenti ai colori del semaforo in base alla frequenza con la quale si dovrebbero assumere i diversi alimenti: semaforo rosso per i cibi da assumere occasionalmente, giallo per quelli che si possono mangiare qualche volta, verde per i cibi più sani.

Questo post è in collaborazione con Borgione e prosegue il filo conduttore dei piccoli laboratori da casa. Sono già stati pubblicati:

I lettori di Scuola in Soffitta posso usufruire uno sconto speciale sul sito Borgione.it per l'acquisto di cancelleria, materiali per la creatività e la didattica, giochi per bambini, libri e molto altro per la scuola e la casa.
Sconto: 10%
Codice: FSCUSOFF
Istruzioni: utilizza il codice sul sito www.borgione.it, valido solo per il primo acquisto, non utilizzabile per l'acquisto di gift card.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :