Magazine Editoria e Stampa

Come Tracciare i Link in Uscita dal proprio Sito Web

Da Flavio
Come Tracciare i Link in Uscita dal proprio Sito Web

Avete mai avuto la curiosità/necessità di sapere quante visite generano i vostri link ai siti che linkate? Per soddisfare questa necessità si può utilizzare Google Tag Manager. Continuando a leggere, imparerete a tracciare il link in uscita dal sito e saprete esattamente da quale pagina e quanto traffico generate, tramite i vostri collegamenti esterni, ad ognuno dei siti linkati.

Tracciare Link in Uscita su qualsiasi sito

Premetto che questa guida per tracciare i link in uscita, è valida per qualsiasi CMS. Che voi utilizziate WordPress, Drupal, Joomla o Prestashop (per citarne qualcuno) il funzionamento è lo stesso.

La sola cosa che cambia è la procedura con cui si inseriscono gli script di Google Tag Manager nel codice del sito.

Personalmente salterò questo passaggio perché presumo che abbiate già installato il Tag Manager. Se così non fosse, potete seguire la guida all'implementazione di Google Tag Manager che oltre all'implementazione stessa, vi spiega anche come collegare Google Analytics.

Tracciamento Link in Uscita dal Sito

Una volta implementato Google Tag Manger sul vostro sito, possiamo andare a settare il tracciamento dei link in uscita.

È un'operazione abbastanza veloce da fare, specialmente se avete un po' di dimistichezza con questo potentissimo strumento messoci a disposizione da Google.

Ecco come fare.

Loggatevi sul vostro account Google Tag Manager

Potete accedere al vostro Google Tag Manager (https://www.google.com/intl/it/tagmanager/) utilizzando le credenziali che utilizzate normalmente per i servizi di Google di cui usufruite, come Gmail, Analytics o Search Console.

Creazione del TAG

1 - Per prima cosa andremo a creare il TAG. Quindi dalla dashboard, cliccate su " Aggiungi Nuovo Tag ".

2 - Diamo un nome al TAG scrivendolo nell'apposito campo in alto a sinistra. Io l'ho chiamato TAG Outbound Link. Poi clicchiamo al centro del box " configurazione TAG " per iniziarne la creazione.

3 - Configuriamo il TAG nella seguente maniera:

  • Tipo di TAG: Google Analytics: Universal Analytics
  • Categoria: Link in Uscita
  • Azione: URL Click
  • Etichetta: {{Click URL}}
  • Hit da non interazione: True
  • Impostazioni di Google Analytics: la variabile di monitoraggio ID GA già creata per impostare l'account GTM (se non l'hai fatto torna su guida all'implementazione di Google Tag Manager e procedi) o in alternativa, inserisci il codice di Google Analytics UA-xxxxxxxx-x.

Generiamo l'Attivatore

Ogni TAG per funzionare ha bisogno di un attivatore. Dobbiamo quindi cliccare nel riquadro sottostante (Attivazione) e crearne uno.

L'impostazione è la seguente:

1 - Diamo un nome all'attivatore nel campo in alto a sinistra. Io l'ho chiamato Attivatore Outbound Link.

2 - In tipo di attivatore scegliamo " Clic - Solo link ".

3 - Spuntiamo la voce " Alcuni link sul clic ".

4 - In " Aziona questo attivatore quando si verifica un evento e TUTTE queste condizioni sono vere" scegliamo:

5 - Salvate tutto.

Ecco il riepilogo in figura.

Mettiamolo al lavoro

A questo punto, se cliccate sulla voce TAG presente nella colonna di sinistra, dovreste avere un riepilogo dei tag implementati.

Andiamo quindi a cliccare sul link in alto a destra " Anteprima ". La modalità anteprima ci consente di vedere se il TAG funziona ma nella realtà ancora non è stato attivato. Questo passaggio è obbligatorio altrimenti potremmo ritrovarci nella situazione di credere di aver implementato un tag salvo poi scoprire che non funziona.

In modalità anteprima, aprite il sito sul quale volete tracciare i link in uscita, su un'altra finestra del browser o un'altra tab. Notate quindi l'apertura in basso di una finestra generata da GTM.

Se avete fatto tutto bene, cliccando su un link in uscita di una qualsiasi vostra pagina, vedrete comparire il TAG nella sezione " Tags Fired On This Page ".

Attiviamo il TAG

Se tutto è andato per il verso giusto, potrete finalmente attivare il tag cliccando sul pulsante INVIA in alto a destra. Date un nome descrittivo nel Nome Versione e un breve riepilogo di cosa fa quel tag nella schermata successiva (utile per ricordare qualche particolare utile). E finalmente cliccate sul pulsante Pubblica.

Non dimenticate infine di uscire dalla modalità Anteprima.

Dove consultare i dati sul tracciamento

Per sapere a quali siti avete portato traffico con i vostri link in uscita, dovrete consultare la sezione eventi di Google Analytics. Sotto la sezione "Etichetta Evento", troverete sia le pagine di destinazione a cui sono arrivati cliccando sui vostri link, che il volume del traffico che avete portato.

Ed ecco qui i miei di oggi. Purtroppo qualche (not set), ci scappa sempre 🙁 .

Eventuali Errori

Se il TAG è stato creato nella maniera corretta, apparirà nella sezione "Tags Not Fired On This Page" (la parte bassa). Se non vedete li il vostro TAG, sicuramente avete sbagliato qualcosa. Dovete ricontrollare o al limite cancellare il tag errato e provare a ricrearlo con maggiore calma.

Se invece il tag compare nella sezione "Tags Not Fired On This Page", ma cliccando su un link che rimanda ad un altro sito no va a finire nella sezione " Tags Fired On This Page", significa invece che qualcosa è andato storto nella creazione dell'attivatore.

In tutti i casi, il primo passaggio da curare al meglio è la creazione del TAG di Google Analytics. Creandolo correttamente, potrete eliminare il codice di monitoraggio dello stesso lasciando solo quello di TAG Manager. In questa maniera, potrete tracciare o monitorare tantissime cose senza dover andare ad inserire uno script per ogni necessità nel codice del vostro sito.

E questo è tutto per imparare come tracciare i link in uscita dal vostro sito.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog