Magazine Cultura

Come un balzo verso l’ignoto.

Creato il 08 gennaio 2019 da Scurapina

Poche cose raccontano la vocazione dei portoghesi per il mare come il “Monumento alle Scoperte” (“Padrão dos Descobrimentos” nell’idioma locale) che sorge sull’estuario del Tago a poche centinaia di metri dalla Torre di Belem.

Si tratta di un monumento costruito (o meglio ricostruito) nel 1960 per ricordare i cinquecento anni dalla morte di Enrico il Navigatore e celebrare una stagione epica di navigazione, apertura di nuove rotte, esplorazioni e scoperte.

Ricorda una nave protesa verso l’acqua e sulla prua è raffigurato Enrico il Navigatore con una caravella in mano mentre dietro di lui, in due file discendenti da entrambi i lati del monumento, sono scolpiti i personaggi portoghesi che parteciparono alle scoperte.

E’ un monumento emozionante, rivolto verso il fiume con uno slancio che fa pensare al desiderio di partire, di esplorare, di scoprire nuovi mondi, di raggiungere il limite e di valicarlo.

Lisbona (Portogallo) - Monumento alle Scoperte
Lisbona (Portogallo) - Monumento alle Scoperte
Lisbona (Portogallo) - Monumento alle Scoperte

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog