Magazine Viaggi

Con le ciaspole alla Baita Segantini e Val Venegia

Creato il 22 dicembre 2019 da Pizzo76
Andare con le ciaspole in Val Venegia dalla Baita Segantini è di sicuro una delle escursioni invernali più belle di tutte le Dolomiti.Scegliamo di effettuare questa escursione in una bellissima domenica di dicembre, una domenica con cielo terso e temperature di poco sotto lo zero! Condizioni ideali per ciaspolare!Vi avevo già raccontato questa escursione in chiave estiva con il Cristo Pensante e la Val Venegia, questa volta la rifacciamo in versione invernale, rendendola un po' più semplicePunto di partenza della nostra escursione è Passo Rolle
SI PARTE DA PASSO ROLLE
Dal parcheggio subito prima del passo, dove c'è la cassa skipass e il noleggio sci, seguiamo la traccia sulla pista da sci che sale verso la Capanna Cervino. In questo tratto il sentiero è battuto e sale tornanti fino al primo rifugio. Fin da subito abbiamo modo di ammirare la bellezza delle Pale di San Martino e in particolare il Cimon della Pala.Arrivati alla Capanna Cervino seguiamo, in salita, il tracciato battuto fino alla Baita Segantini a metri 2200. Davanti ai nostri occhi si apre uno dei panorami più belli di tutte le Dolomiti e spero che le foto qui sotto possano dare giustizia a tanta bellezza.
ciaspole val venegia baita segantini
ciaspole val venegia baita segantini
BAITA SEGANTINI
Da Baita Segantini si segue il percorso della strada militare che scende a tornanti fino a Pian della Vezzana. Tenete sempre come punto di riferimento i paletti della neve che costeggiano la strada!
ciaspole val venegia baita segantini
ciaspole val venegia baita segantini
SI SCENDE IN VAL VENEGIA
Incastonata ai piedi delle Pale di San Martino, sovrastata delle vette del Mulaz e del Cimon della Pala, la Val Venegia è il fiore all'occhiello del Primiero. Il suo nome è legato a Venezia: all'epoca della Serenissima i tronchi di questi boschi raggiungevano con un lungo viaggio fluviale la città dei Dogi. Boschi secolari, cime maestose con lunghe lingue di ghiaccio, malghe e pascoli lambiti dallo spumeggiante torrente Travignolo: è questa la Val Venegia, uno dei più deliziosi angoli delle Dolomiti, amata dagli escursionisti per gli incomparabili scenari.
ciaspole val venegia baita segantini
ciaspole val venegia baita segantini
Una volta arrivati nel tratto senza dislivello proseguiamo su terreno pianeggiante fino alla Malga Venegiotta che in inverno, purtroppo, è chiusa. 
ciaspole val venegia baita segantini
MALGA VENEGIOTTA
Per fortuna lo sapevamo già, e troviamo dei punti senza neve dove sederci e fare il nostro pranzo a sacco. Con tutte le soste per le foto, abbiamo impiegato 2h30 per arrivare con un percorso per lo più in discesa, tranne il tratto iniziale fino alla Baita Segantini.
ciaspole val venegia baita segantini
ciaspole val venegia baita segantini
Un po' di riposo per ammirare questo panorama patrimonio dell'umanità e ritorniamo al Passo Rolle seguendo lo stesso sentiero dell'andata, questa volta impiegandoci due ore nonostante fosse più la salita! 
ciaspole val venegia baita segantini
ciaspole val venegia baita segantini
ciaspole val venegia baita segantini
Molti itinerari con le ciaspole in Val Venegia consigliano di partire dal parcheggio situato lungo la strada del Passo Valles e poi proseguire per Baita Segantini. Secondo me è più bello partire dal Rolle perchè si ha un contatto più ravvicinato con le Pale, ammirandole fin dall'inizio!
SCHEDA TECNICA
Passo Rolle mt. 1950
Baita Segantini: mt. 2200
Malga Venegiota: mt. 1800
Durata: 5 ore in totale (inclusa la sosta per il pranzo)
Lungo la strada del rientro facciamo una sosta a Fiera di Primiero per un piccolo carico di energia, nel mio caso una torta Sacher con panna! Buonissima e il modo migliore per concludere una giornata di ciaspole tra la Baita Segantini e la Val Venegia.
ciaspole val venegia baita segantini
Vedi anche la mia sezione dedicata all'inverno Oltre lo Sci

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog